Utente 139XXX
Gentili dottori, ho 34 anni, sono alta 1,65 e peso 53 chili. Assumo pillola per policistosi ovarica dall'età di 17 anni e soffro purtroppo di ritenzione idrica e capillari fragili.

Nonostante la mia costituzione sia tendenzialmente magra e longilinea, purtroppo le mie braccia hanno ceduto: a seguito, probabilmente, di una rapida perdita di peso (da 56 chili a 53 chili) mi ritrovo globalmente magra ma con la parte alta delle braccia grossa come se avessi dei "braccioli", cioè con un accumulo di grasso e cellulite veramente aniestetico.

Se allargo le braccia la linea è davvero brutta a vedersi e cadente.

Considerando che non voglio sottopormi a trattamenti chirurgici o a iniezioni di nessun tipo, vorrei chiedervi quale ventaglio di opzioni la medicina estetica può aiutarmi a migliorare davvero questa situazione: cavitazione, endermologie, linfodrenaggio manuale, radiofrequenza?

Preciso che da settembre inizierò una dieta mirata seguita da un nutrizionista, mi iscriverò in palestra e ho già iniziato a utilizzare creme rassodanti per aiutare l'elasticità della pelle.

Vi ringrazio!
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

non credo che la perdita di appena 3 kg (da 56 a 53) possa aver favorito l' inestetismo descritto. È molto probabile, invece, che esista una predisposizione familiare accentuata da una scarsa attività motoria...

Certamente, da questa nostra postazione telematica possiamo fare solo delle ipotesi che andrebbero fugate con una visita in diretta, attraverso la quale Le saranno anche indicate le terapie medico-estetiche mirate.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dottor Marcolongo, probabilmente ha ragione: non ho mai praticato attività fisica, ma in effetti conosco tante donne che non ne hanno praticato e, anche a 40 anni, non hanno le braccia come le mie.
Forse allora si tratta di una predisposizione familiare.

In ogni caso cosa mi consiglierebbe di affiancare a dieta, palestra, linfodrenaggio manuale (praticato da un fisioterapista e non da unìestetista) e a creme elasticizzanti per aiutare la pelle?

C'è qualche trattamento estetico non chirurgico e non invasivo (voglio evitare anche le iniezioni) che può essere d'aiuto e qualche altro che invece risulterebbe proprio inutile o addirittua peggiorativo?

Non vorrei correre il rischio di "svuotare" le braccia da cellulite e/o grasso lasciando poi la pelle ancora più cadente.

E' ovvio che mi rivolgerò a medici estetici della mia città per una valutazione diretta della mia situazione ma, considerando che ogni medico "porta l'acqua al suo mulino" sponsorizzando solo le "terapie" da lui praticate, vorrei avere qualche indicazione "disinteressata" su tutti i trattamenti che effettivamente possono essere efficaci e quali che invece sarebbero sconsigliati/inutili.

Ringrazio Lei e chi potrà illustrarmi le varie possibilità!
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

trattamenti ambulatoriali non chirurgici per lassità cutanea, adiposità localizzata, cellulite, ecc. sono tanti e diversi (Lei ne ha citato solo alcuni).

Esprimere un parere "disinteressato" sulla metodica più efficace prima di aver diagnosticato il problema è davvero impossibile! Questo è il motivo per cui Le ho consigliato una valutazione medico-estetica con un Professionista.

Mi rendo conto delle Sue perplessità e dei Suoi dubbi sul Professionista da consultare...ma Le ricordo che, come in ogni altro settore Medico, anche in questo caso il rapporto medico-paziente deve essere costruito prima sulla fiducia e poi su tutto il resto.

Resto, comunque, a Sua disposizione per ogni ed eventuale dubbio o chiarimento futuro.

Cordiali saluti e...buon Ferragosto!
[#4] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dottore, dice cose giustissime; ovviamente non posso chiedere on-line quale trattamento sia meglio per me, ma Lei ha accennato all'esistenza (fortunatamente!!!) di diversi possibili trattamenti non chirurgici (escludendo anche mesoterapia e carbossiterapia, che prevedono comunque l'uso di aghi).

Io conoscevo, cercando in internet, solo endermologie, cavitazione e radiofrequenza.

Può indicarmi quali altri trattamenti eventuali potrebbero essere utili per ridurre adipe/cellulite e lassità del braccio?

Sapere le diverse opportunità mi orienterà verso una scelta migliore dello specialistà della mia Regione.

Ancora grazie e buon Ferragosto anche a Lei e a tutti i medici dello staff Medicitalia!!
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

la procedura va totalmente ribaltata!

Deve prima scegliere lo Specialista a cui rivolgersi con fiducia...e successivamente sarà egli stesso e dopo attenta visita medico-estetica a proporre il trattamento più efficace.

Cordialità.