Utente 167XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 24 anni. Da circa un anno soffro di dolore localizzato sotto la costola dx. Tutto è iniziato con un episodio di fitte in quel punto e dove c'è l'appendice. Il dottore mi aveva mandata in ospedale. Mi hanno detto che era causato dal fatto che non evacuavo da 4 gg. Una volta evacuato il dolore è sparito per poi ritornare ed essere costante e localizzato solo sotto le costole a dx. Ho fatto un ecografia addome col seguente esito:" fegato di forma, dimensioni ed ecostruttura nella norma. Colecisti discretamente distesa e alitiasica, via biliare di calibro normale, non evidenti espansi sede pancreatica nei tratti visibili stante meteorismo, reni e milza nella norma, aorta decorso regolare. Vescica indenne da vegetazioni endoluminali, non espansi in sede pelvica, rilievi utero-annessiale di normalità."
Il medico di base ha decretato che non ho "nulla" dandomi l'antibiotico normix.
Non l'ho preso perchè seguendo una cura naturale prescrittami dalla clinica Mangiagalli per vulvodinia superficiale e profonda. (sciroppo Micloflorana)
Pensavo fosse dovuto a quello che mangiavo e mi sono messa a dieta andando dal dietologo.
Inoltre, mi fa male anche sdraiarmi sul fianco dx.
Ora il dolore è aumentato. E aumenta prima che mi deve venire il ciclo con anche senso di nausea che non avevo mai avuto. Oggi(che l'ultimo ciclo mi è arrivato il 12/08) avevo un forte dolore sempre nello stesso punto e nausea e ho rimesso.


Vorrei sapere che tipo di esami potrei fare per scoprire cos'ho.

La ringrazio del tempo che mi ha dedicato.
Saluti.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il sintomo è molto vago pertanto solo una visita potrebbe essere il grado di far capire se si tratta di un problema muscolo scheletrico oppure a carico del colon. Pertanto il consiglio èdi richiedere una visita chirurgica specialistica.