Utente 201XXX
Grazie di esistere
Sono un vostro "cliente"che ha già usufruito in passato di una consulenza dalla quale ha avuto resposi più che positivi.
Ho 60 anni nel 2000 sono caduto in depressione a causa di un lungo periodo dovuto alla mancata cicatrizzazione della sutura al tendine di achille (trauma sportivo) circa 10 mesi.
assunto per 12 anni psicofarmaci di ogni tipo (ansiolitici, antiepilettici, benzodiazepine....) da un paio di anni sono sorti strani tremolii e ansie che gli specialisti hanno interpretato in modo differente (dal maobo di Parkinson a semplici disturbi parkinsoniani, neanche l'autorevole DAT SCAN con liquido di contrasto eseguito in quel di Pisa nel febbraio 2011 è riuscito a metterli d'accordo.
Ora le chiedo cortesemente una lista degli analisi di laboratorio (sangue,urine,feci...) e d esami strumentali (encefalogramma, elettrocardiogramma, tac......) in modo da poter venire a conoscenza del mio stato attuale di salute (dall'aspetto e nonostante tutto buono).
spero di non averle dato l'impressione del vecchietto depresso che staziona giornalmente nello studio del medico di base e che elemosina dal professionista pastiglie ed esami vari. (in tutti questi anni ho "disturbato" il Ministero della sanità solo per un Dat scan (che ha dato luogo alle più disparate interpretazioni ( dal Parkinson al quasi parkinson..( e qui mi viene da sorridere pensando al film di Fantozzi nel quale il povero ragioniere appeso ad una finestra chiedeva al proprietario dell'appartamento che vedeva i campionati del mondo al televisore "CHI HA FATTO PALO ?..)
rimanendo in attesa di una sua autorevole risposta colgo l'occasione per porgerle i miei piu' distinti saluti.
Fulvio Questa

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Piu' che "disturbare" il Ministero della Sanita' lei dovrebbe piuttosto "disturbare" il suo Medico di Famiglia... Che poi non sarebbe un disturbo perche', nei modi e nei tempi corretti, essere ascoltato e visitato e' un diritto che lei gli ha gia' pagato...
Le dico questo perche' senza un inquadramento generale nessuno puo' fare la lista della spesa degli accertamenti da fare: rischierebbe di eseguire esami inutili facendo spendere soldi alla comunita', e in piu' spendendoli personalmente per i ticket, perdendo del tempo e magari anche sottoponendosi a dei rischi. Il tutto, per alcuni di questi accertamenti, certamente senza vantaggio alcuno. Non sono gli accertamenti che danno la diagnosi, sono i Professionisti; aiutati, questo si', dagli strumenti, ma certo non e' il contrario. Una visita dal suo Medico consente dunque di indirizzare con la massima approssimazione possibile gli sforzi diagnostici, arrivando alla conclusione in tempi senza dubbio piu' brevi possibile.
Cordiali saluti