Utente 272XXX
Salve Dottore da due/tre mesi ho la sensazione di sentire i battiti del cuore, sensazione per me nuova e molto fastidiosa. Attraverso un frequenzimetro con il quale andavo a correrre ho misurato la frequenza cardiaca che si attesta sempre attorno ai 70/80/85 battiti. Ieri sera a letto straiato ero però a 90 battiti e anche mia moglie ha sentito i battiti accelerati. Premetto che soffro di ernia jatale che in passato mi ha provocato delle extrasistoli. Nel 2008 ho fatto un holter 24 ore con il seguente esito:Ritmo sinusale con conservata variazione nictemerale della frequenza cardiaca (fcm 72b/min, diurna 81 b/min, notturna 60 b/min, massima 137 b/min alle ore 13.17, minima 43 b/min alle ore 06.14, SDANN 165 mesc)Sporadica incidenza di battiti ectopici ventricolari monomorfi tardivi (circa 15 nelle 24 h). Sporadica incidenza di battiti ectopici sopraventricolari. Non aritmie ventricolari maggiori o pause critiche. Non significative alterazioni ST.T.
Il medico di base non mi fatto fare ulteriori approfondimenti sostenendo che i battiti che sentivo come anomali erano legati all'ernia jatale.
Adesso non ho il sentore di extre sistoli (colpo al cuore e alla gola) ma mi sento il ritmo accelerato anche se alla prova del cardifrequenzimetro sono sempre al di sotto dei 90 a riposo. Dimenticavo ho fatto un ecg nel maggio 2011 tutto ok.
Secondo lei potrebbe esserci una componente ansiosa in questa mia sensazione ?
Cosa mi consiglia/te di fare ?

Grazie per il servizio reso

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Innanzitutto bisognerebbe documentare l'effettiva presenza di tachicardia (ed in tal caso si procederà alla ricerca della causa della tachicardia stessa) oppure attribuire la sintomatologia riferita alla innocua ma fastidiosa percezione della normale attività del cuore (cardiopalmo). A tale scopo potrebbe essere sufficiente una visita del medico di famiglia o dello specialista cardiologo,i quali provvederanno a prescrivere gli eventuali approfondimenti diagnostici necessari (ECG, ECG Holter, test da sforzo, eccetera).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la celerità della risposta, secondo lei l'holter del novembre 2008 era normale ?
Possono esserci aritmie senza alterazioni importanti Tachi/bradicardia del ritmo ?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'Holter del 2008 era sostanzialmente privo di elementi patologici, in altre parole era tutto normale. Resta però da stabilire se la situazione di quattro anni fa sia rimasta inalterata,e proprio per questo Le ho consigliato di farsi visitare dal Suo medico di medicina generale che potrà confermare, magari con l'ausilio dello specialista cardiologo, che il Suo cuore gode tuttora di ottima salute.
Cordiali saluti