Utente 261XXX
Salve sono un ragazzo di 26 anni e soffro di eiaculazione precoce, ultimamente il problema è un po peggiorato ma ho notato in diversi casi che, assumendo per altri motivi anti infiammatori tipo OKI, il problema si riduce di molto. Da cosa potrebbe dipendere?

sempre nell'ultimo periodo ho notato una particolare sensazione di calore/ sensibilità/congestione (non so ben definirlo) al livello dell'asta del pene sia internamente che esternamente (non provo dolore). Questa sensazione non è costante nel tempo ma è netta in alcuni giorni, meno in altri.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la eiaculazione precoce e' un disagio sessuale assai variabile tra individuo ed individuo.Va distinta la EP assoluta (sotto i due minuti dalla penetrazione), da quella relativa ai tempi della partner.Inoltre va distinta in primitiva (presente da sempre) e secondaria (insorta in un secondo momento e/o saltuaria).Da quanto ci riferisce,potrei ipotizzare una componente flogistica delle vie seminali che,involontariamente curata,migliori il quadro clinico.Va da se che le ipotesi vadano confermate o meno da una visita specialistica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la celere risposta. Diciamo che da sempre i miei tempi non sono molto lunghi (intorno ai 2-3-4 minuti) ma ultimamente si sono ridotti nettamente. Alcuni dottori mi hanno fatto provare la crema emla con la quale (piccolissima quantità) i tempi si dilatano enormemente. E' solo ultimamente che ho scoperto che mentre assumevo anti infiammatori per altri motivi i tempi si allungavano. Volevo sapere se è possibile che gli anti infiammatori contengano sostanze in grado di ritardare l'eiaculazione (come effetto collaterale) o se il ritardo è dovuto unicamente all'azione propriamente anti infiammatoria.
Potrebbe inoltre consigliarmi, anche in privato,un valido specialista nella zona di Roma? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...escludendo l'effetto diretto,penserei ad un'azione antiflogistica o...causale.Il dato clinico relativo all'uso topico della pomata anestetica...lascia ben sperare.Il nostro Forum presenta delle Eccellenze che operano nella Sua Città.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Potrei sapere perchè il dato relativo all'uso della pomata lascia ben sperare? Ho prenotato comunque una visita specialistica..
Una ulteriore domanda..la sclerosi del collo vescicale può portare ad ep?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la sclerosi del collo vescicole è una patologia.L'eiaculazione precoce è un sintoma che può avere un andamento altalenante,per cui,quando il quadro clinico migliora con qualsiasi tipo di terapia,va considerato
un dato positivo e rassicurante per il futuro.Cordialità.