Utente 209XXX
Salve,
in seguito ad un trauma subito al pollice destro
che mi ha causato il piegamento del dito come si dice in gergo "a martello",
mi è stato applicato da uno specialista in chirurgia della mano,
la stecca di zimmer per circa 5 settimane .
Dopodichè avrei dovuto portare il tutore di stax.
Alla visita successiva per la rimozione della stecca e per l'applicazione del tutore di stax, purtroppo non c'era il dottore in questione (è in ferie e torna a Settembre)
ma solo un infermiere (o un collaboratore) che mi ha rimosso la stecca e mi ha applicato il tutore.
Purtroppo mi ha dato informazioni molto vaghe su quanto dovrei tenere questo tutore e se posso cominciare a muovere il dito.
So che il consulto on line non è assolutamente sostitutivo di quello normale,
ma almeno in linea di massima vorrei sapere cosa fare perchè sono stato lasciato un pò cosi dal reparto in questione.
In linea generale quindi, per quanto tempo dovrebbe essere tenuto il tutore e se si può cominciare a muovere il dito con piccoli movimenti?

Note = Al momento della rimozione della stecca il dito era dritto e non più "a martello".
Inoltre prima dell'applicazione è stata fatta una radiografia che ha escluso lesioni ossee al pollice.
Non mi è stata fatta nessuna risonanza magnetica.
Il dito in questione inoltre al momento non presenta più gonfiore e non sento particolare dolore nella zona interessata.

Grazie infinite e complimenti ancora per l'utilissimo servizio da Voi fornito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

in genere consideriamo sufficienti sei o sette settimane di immobilizzazione, per cui ne resterebbe ancora una o due settimane con ortesi.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio Dottore Leccese per la celere risposta.
Il tutore di stax mi è stato in realtà applicato 10 giorni fa.
Quindi Dottore, tra qualche giorno potrei ricominciare a
fare qualche piccolo movimento, magari con qualche esercizio di riabilitazione ?
Il tutore inoltre posso abbandonarlo o si può portare magari per qualche altra settimana
in concomitanza con qualche esercizio di riabilitazione?
Infine vorrei segnalarle che il pollice al momento della rimozione della stecca era dritto
ma anche rigido, ma credo sia abbastanza normale dopo una steccatura.

La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se sono passate sette settimane di immobilizzazione, puo' certamente iniziare una bobilizzazione esclusivamente attiva della falange ungueale, tenendo ferma la prima con le dita dell'altra mano.
[#4] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore per le sue informazioni e la sua disponibilità,
soprattutto date in periodo di ferie come questo.

Per mobilizzazione attiva della falange ungueale quindi s'intende
far fare terapia alla parte finale del pollice cercando di far muovere quest'ultimo
senza ausili e/o forze esterne ma diciamo in maniera autonoma giusto?
Mi corregga se sbaglio.

Inoltre volevo chiederle un'ultima cosa.
Il dito è dritto ma diciamo al "90%" rispetto al altro,
ossia ha un'estensione verso l'alto lievemente minore rispetto a quello diciamo sano.
Volevo chiederle se era normale quindi che al momento non raggiunga,
anche se di poco, l'estensione in alto rispetto al dito normale o immancabilmente
si perde qualcosina come estensione dopo un trauma del genere al dito.

Spero di non aver abusato della sua pazienza e disponibilità.

Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
E' esatto.

La non completa estensione, se di modesta entità, può essere considerato un risultato accettabile, in queste lesioni.

Non sempre si riesce ad ottenere il 100% di estensione attiva della falange ungueale.