Utente 263XXX
Buongiorno gentili dottori,
scrivo per avere un chiarimento. Ieri ho preso una scossa elettrica mentre mi trovavo sulle scale mobili. Mi è già successo tante altre volte ma la cosa che mi ha spaventata è che la scossa elettrica è stata accompagnata anche da un piccolo dolore al petto (nelle vicinanze del cuore). Volevo gentilmente sapere se è possibile avere danni o conseguenze. Mi sono documentata e ho letto che ci sono sia danni istantanei di una scossa (nel mio caso nulli), sia effetti ritardati, fra cui l'infarto del miocardio. Questi effetti ritardati generalmente dopo quanto tempo dalla scossa si potrebbero manifestare?Ringrazio in anticipo e porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se la "scossa" è di piccola entità, come nel suo caso, non ci sono problemi a "distanza" e comunque l'infarto non ha relazione con incidenti di questo tipo. Stia tranquillo e ovviamente stia attendo che la cosa non si ripeta.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la sua gentilezza e la celere risposta. Le chiedo un'ultima informazione e poi non la disturbo più. Io quando mi sono documentata ho letto che le manifestazioni generali ritardate possono essere queste: frequenti le manifestazioni cardiovascolari, fra cui non è infrequente la comparsa di un infarto del miocardio, di trombosi arteriose e venose a carico dei polmoni e del sistema nervoso centrale. A carico della funzionalità renale si rilevano frequentemente albuminuria, talora ematuria e più di rado la comparsa di una vera e propria insufficienza renale acuta che richiede il transitorio ricorso alla dialisi extracorporea. Può comparire un ittero anche molto marcato, in genere di natura emolitica, e una serie di lesioni che persistono a lungo, a carico degli occhi, delle orecchie, del sistema nervoso centrale.
Lei mi ha detto che l'infarto non ha relazione con incidenti di questo tipo. Intende che non riguarda il mio caso perchè la scossa è stata di piccola entità oppure non riguarda nessun caso (scosse molto più forti e pericolose)?Se Lei mi conferma che non riguarda nessun incidente, allora considererei la fonte da me consultata non attendibile. Scusi il disturbo ma preferisco avere il parere di un medico competente piuttosto che fidarmi di quanto leggo su un sito internet di poco conto. Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non mi risulta che una scarica elettrica di qualsiasi entità possa essere direttamente responsabile di infarto del miocardio. Può invece essere responsabile dell'insorgenza di aritmie fatali, come una fibrillazione ventricolare e tenga presente che quando si verifica un'aritmia di questo tipo solo un'altra scarica elettrica trasmessa attraverso il torace (la defibrillazione elettrica) può essere in grado di arrestarla e di salvare la vita del paziente. Forse, ma attraverso mecanismi indiretti, potrebbe indurre un infarto del miocardio in soggetti già predisposti a questo tipo di problema. Ma tutto questo esula dal suo caso e quindi le consiglio di tranquillizzarsi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore.E' stato molto gentile ed esauriente.La ringrazio,buona giornata.