Utente 262XXX
Salve,

ho 34 anni e sono in buona salute. Ho trovato diverse risposte a problemi simili a quello descritto nell'oggetto, ma volevo comunque chiedere un parere. Mi sono accorto (da un mese e mezzo circa) che quando ho un'erezione, posso sentire (esclusivamente al tatto, fuori non si vede nulla) la presenza di una piccola pallina, abbastanza dura e con un diametro di non più di 1-2 mm sul dorso dell' asta del pene, circa mezzo centimetro sotto al glande. Quando il pene non è in erezione, è appena appena percepibile al tatto (e non son neanche sicuro che quello che sento non sia semplicemente una vena). Non mi dà alcun fastidio e non mi provoca dolore. Ho fatto presente il problema al mio medico, che visto che comunque dovevo andare dal dermatologo, mi ha detto di chiedere a lui. Il dermatologo mi ha detto che, per come gli avevo descritto il problema, non era nulla di preoccupante (mi ha detto che probabilmente è qualcosa che si riassorbirà da sola) e non mi ha nemmeno visitato. Adesso, però, nonostante le rassicurazioni, non sono per niente tranquillo (considerata la zona del problema) e intendo assolutamente fare una visita da un andrologo. Purtroppo però adesso il mio medico è in ferie. Volevo chiedervi, secondo voi faccio bene a preoccuparmi e dovrei prenotare una visita specialistica con urgenza, senza aspettare che il mio medico ritorni? E poi, cosa può essere? Potrebbe essere qualcosa di grave? Ho visto diverse domande simili a questa ... è un caso comune che si presentino queste palline sul pene?

Mi rendo conto che è impossibile fare una diagnosi senza visita (anche se il dermatologo sembra pensarla diversamente ... ) ma il fatto mi preoccupa molto e gradirei avere un'opinione e una breve descrizione delle possibili cause da qualcuno competente (.. visto che cercando da solo su internet mi sono terrorizzato e basta - vedi cancro al pene e simili).

Grazie mille e buona settimana!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'unica cosa che escluderei è la possibilità che possa trattarsi di un cancro...Credo che,verosimilmente,possa trattarsi di una piccola trombosi che ha uno scarso valore clinico e non richiede un intervento di urgenza ma...una visita si.Ci aggiorni dopo la prossima visita specialistica,se ritiene.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un piccolo nodulino al disotto del glande potrebbe essre e3spressione di una piccola trombosi ve3nosa conseguenza di una infiammazione (flebite) che frequentemente si può manifestare nei giovani diopo attività masturbatoria o sessauale.
una visita andrologica, credo facilmente ottenibile in qualsiasi ospedale della sua zona può tranquillizzarla
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Cari medici,

intanto grazie mille per la rapidissima risposta; questo sito è secondo me di assoluta qualità (in inglese non ce ne sono neanche di lontanamente paragonabili in termini di qualità delle risposte) e tutto questo grazie al vostro impegno (peraltro gratutio!). Approfitto per chiedervi, nel caso il nodulino sia una piccola trombosi venosa, quali sono gli eventuali rischi e quali le eventuali terapie? Peraltro (non lo avevo scritto nel post precedente) appena sotto al glande ho un paio di vene abbastanza in evidenza (si vedono in superficie, sono di un colore verde - bluastro). In particolare ce n'è una che sembra quasi una pallina ed è visibile in particolare quando il pene è in erezione. Non me ne sono mai preoccupato perchè me le ricordo da sempre e non mi hanno mai dato fastidio ... ma adesso mi chiedo, è normale? Inoltre, sia sulle caviglie che su una coscia ho diversi capillari e vene visibili (non vene varicose in rilievo, semplicemente visibili sottopelle)... pensate che possa esserci una relazione? Dovrei prestare particolare attenzione alle mie vene (per dirla in modo semplice)? Peraltro, una decina d'anni fa mi era stata diagnosticata una possibile sindrome di Raynaud (anche se da allora non ho mai più avuto nessun sintomo .. mi diventava bianca solo la prima falange dell'indice della mano sinistra).

In ogni caso, mi avete molto tranquillizzato ... grazie mille ancora! Vi farò sapere una volta andato dall'andrologo. Buona settimana!
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...nessuna preoccupazione.Consideri che,in definitiva,il coito rappresenta un momento traumatico per il pene,anche se per il maschio...è fonte di piacere.Cordialità.