Utente 264XXX
Buongiorno,
ho quasi 34 anni e da circa tre mesi sto vivendo una bella storia con una donna poco più grande di me. Dopo oltre due mesi di rapporti sessuali non quotidiani, ma comunque assai frequenti (fatti spessissimo più e più volte nella stessa giornata, rarissimamente ci siamo fermati ad una volta soltanto) e senza alcun problema, da qualche giorno mi trovo nella imbarazzante situazione di perdere spesso l'erezione una volta penetrata. Devo ammettere che m'innervosisco quando l'introduzione del pene non va a buon fine sin da subito, ma è pure accaduto anche che questa difficoltà al momento della penetrazione non si è sempre riscontrata e l'afflosciamento totale o parziale si è però lo stesso verificato all'interno della vagina, così come è vero che il desiderio e l'attrazione nei riguardi della compagna è comunque molto forte. Tuttavia la situazione comincia a preoccuparmi. Forse sto pagando dazio per l'iperattività dei due mesi precedenti e quindi c'è bisogno di una fase di riposo corroborata da una alimentazione e da uno stile di vita adeguati? O forse l'origine è più di natura psicologica (ammetto che un minimo di paura mi prende poco prima del rapporto sessuale)? Grazie in anticipo per le vostre eventuali risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile lettore , prima di entrare nel pallone si prenda una pausa e molto verosimilmente le cose si risolveranno spontaneamente , il sesso non è un lavoro ma un piacere e necessita anche delle sue pause.Se il problema dovesse perdurare consulti un andrologo della sua zona .
Distinti saluti