Utente 249XXX
Buongiorno, ho 50 anni e da tempo soffro di tachicardia, in forma non grave. Preciso che sono un tipo ansioso ed emotivo. Ultimamente i disturbi si sono accentuati, così ho fatto una visita cardiologica ed un Holter 24 ore, da cui non è risultato niente di significativo. Non avrò niente di grave, però nessuno mi sa dare una spiegazione certa di questo disturbo così fastidioso per me! Poichè ho notato che spesso le extra sistole mi si presentatno dopo pranzo, ed io soffro di frequenti bruciori di stomaco, non potrebbe esserci un collegamento tra le due cose? E' una ipotesi fondata? E comunque si può fare qualcosa per questo disturbo? Grazie mille e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' molto probabile che le extrasistoli che lei lamenta, proprio perche' ibn rapporto coi pasti, siano dovute ad un problema gastro-esofageo (reflusso? ernia jatale?). Se questo fosse confermato da un'eventuale gastroscopia, il suo medico potrebbe prescriverle una terpaia per lo stomaco con conseguente miglioramento.
Arrivederci
cecchini