Utente 258XXX
Gentile Dottore,
a volte durante la notte mi svegliavo di soprassalto senza riuscire a respirare per diversi secondi. Davo l'origine di tutto ciò alla deglutizione della saliva (mi sembrava come si suol dire che andava di traverso), cioè dormendo a pancia in sù diverse volte mi capitava tutto ciò con capibile spavento per il non riuscire a respirare. Però da quando prendo un medicinale (xanax-benzodiazepine) per curare un altro tipo di malattia (contratture muscolari associato al blacofene) e cioè da 7 mesi, questo fenomeno (risveglio per mancanza di respiro) non è più arrivato. Chiedevo se c'era una correlazione o è un semplice caso oppure quei risvegli così sono imputabili a qualcosa di specifico e quale specialista potrebbe seguire questo tipo di problema nel caso Lei non potrebbe darmi nessun tipo di risposta. Grazie e cortesi saluti
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
i sintomi some da lei riferiti sono suggestivi per una apnea notturna:
infatti questa si caratterizza per improvviso risveglio e senso di soffocamento.
L' apnea arriva più facilmente in una posizione supina durante la notte: il fatto
che i farnaci apparentemente hanno eliminato il fenomeno dal punto di vista soggettivo non vuol dire che lei ha risolto il problema: per la sua età il suggerimento è di fare una accurata analisi della qualità del sonno per escludere l'apnea e le sue complicanze.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,
cosa dovrei fare per fare una accurata analisi della qualità del sonno, in poche parole a chi dovrei rivolgermi per questo tipo di problema? Grazie per l'intervento e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
verifichi con il suo medico curante: i centri del sonno sono presenti sia in strutture ospedaliere che privatamente, Le registrazioni, con apparecchi, di eventuali apnee, consentono di identificare i profili di rischio e suggerirle opzioni terapeutiche.
Cordiali saluti