Utente 202XXX
Salve Medicitalia. Prima di tutto grazie per l'attenzione.
Ho in programma una operazione di circoncisione per una fimosi non serrata congenita.
L'andrologo che mi ha visitato suggerisce tale procedura poichè la mia fimosi impedisce di scoprire il glande in erezione e secondo l andrologo stesso ciò potrebbe (non necessariamente, ma potrebbero effettivamente occorrere dolori ed impedimenti) crearmi problemi nei rapporti sessuali. Secondo voi è la strada corretta da seguire?
Ciò che mi preoccupa è il fatto che fino ad ora ho sempre riscontrato una certa ipersensibilità del mio glande (è anche vero che è sempre coperto e anche durante la masturbazione o l atto sessuale la pelle lo copre): al tocco ho una sensazione spiacevole, come toccare una scottatura.
Ho fatto presente ciò al medico ma lui mi ha risposto molto velocemente, dicendomi che magari per i primi tempi potrà darmi fastidio.
Chiedo quindi a voi, la spiacevole sensazione al tocco che ora provo, una volta effettuata la circoncisione passerà (con il dovuto passare del tempo)? o per dire devo considerarlo seriamente come uno dei fattori che dovrebbero farm rinunciare all'intervento?
Grazie di cuore per la vostra attenzione ed il vostri aiuti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente
Segua i consigli dello specialista, infatti una fimosi non serrata va comunque trattata chirurgicamente e con il tempo il glande, prima molto sensibile, ridurra' gradualmente la sua sensibilita', fino a scomparire del tutto. Quindi proceda senza indugio e vedra' come miglioreranno anche i suoi rapporti sessuali.

Un cordiale saluto