Utente 611XXX
Egregi Dottori, mio padre classe 1933, 15 giorni fa è a subito una TIA, cioè è rimasti per qualche ora con la parte destra completamente paralizzata, problemi di vista ecc, dopo qualche ora si è ripreso. Andato in Ospedale attraverso ecodopler diagnosticano una ostruzione dal 75 al 85 % perchè ne ha effetuate 3 e nessuna risulta simile. Un chirurgo vascolare consiglia intervento. Secondo voi?
VORREI INOLTRE SAPERE SECONDO VOI IL MIGLIOR CENTRO SPECIALIZZATO IN ITALIA CON SSN DOVE è'?? GRAZIE A TUTTI
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Se la carotide con la stenosi rilevata all'EcoColorDoppler è la sinistra, la lesione è compatibile con la sintomatologia da lei riferita. I centri ospedalieri con standard adeguati per il trattamento della patologia in questione, presenti nella zona in cui le risiede, sono molti: ne parli con il suo medico curante.
[#2] dopo  
Utente 611XXX

Iscritto dal 2008
hanno diagnosticato da tutte e 2 le parti ai tronchi sopra ortici se non mi sbaglio.
altro problema gli hanno consigliato la cardio aspirina ma ogni qualvolta che la prende sta male; cambiando il prodotto ma con stessi principi è uguale. adesso non sta prendeno nessun farmaco.

Il medico curante?Lui è già un problema!!

E' incredibile cari dottori è stato visitato da un chirurgo vascolare, la prima visita e immediatamente lo voleva operare.
NATURALMENTE NELLA CLINICA PRIVATA CON UN COSTO DI €25.000,00

dico bene venticinquemilaeuro ma ci rendiamo conto?
mio padre non puo e non vuole affrontare una simile spesa anche perchè insistentemente i giorni successivi questo chirurgo richimava a casa insistendo. che speculazione comunque ringrazio tutti x i vostri consigli
[#3] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
come certamente lei saprà le realtà ospedaliere presenti nella regione Lombardia (solo per restare nell'ambito della sua area di residenza) sono numerose; molte di queste realtà hanno una tradizione chirurgica consolidata, soprattutto nella chirurgia vascolare che in Italia lì è praticamente "nata".
Pur non potendo esprimermi su quanto da lei affermato circa la necessità(?) di effettuare un intervento alle carotidi in regime di solvenza, le garantisco che è possibile, senza che ciò costituisca un ripiego, rivolgersì a strutture pubbliche che effettueranno senza incombenze economiche l'intervento anche in tempi brevi.
Ovviamente qualsiasi opzione chirurgica dovrà essere ponderata dopo una valutazione clinica ed eventualmente strumentale diretta e non sulla sola base di quanto detto in questo forum.
Cordialmente.
R.Curci
[#4] dopo  
Dr. Sergio Losa
24% attività
0% attualità
8% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Il quadro clinico descritto è compatibile con la lesione carotidea che viene riportata. L'opzione chirurgica appare indicata (sempre dopo aver accertato direttamente il paziente, i dati clinici e strumentali).
Nell'area milanese esistono diversi centri di chiara fama e tutti completamente convenzionati con il Sistema Sanitario Regionale, dove è possibile eseguire questo intervento con attese molto brevi o - dove indicato - anche in urgenza.

Cordialità
Sergio Losa
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Malacrida
20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN DONATO MILANESE (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Confermo quanto riportato dai Colleghi che mi hanno preceduto.
Ad esempio nel reparto di chirurgia vascolare del Policlinico Di San Donato Milanese,dove opero,è possibile un ricovero per il trattamento della patologia carotidea in tempi brevi.
Cordialmente
Dr Giovanni Malacrida
[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
come ha potuto constatare diversi colleghi "dell'area milanese" hanno prontamente replicato alla Sua richiesta di consulto, rappresentando una situazione sanitaria MOLTO diversa da quella da Lei descritta.
Lei è in grado di confermare quanto ci ha descritto , senza entrare nei dettagli ovviamente, escludendo la possibilità di qualsiasi malinteso ?
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Prof. Raffaele Capoano
20% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Egregio utente,
una stenosi carotidea > del 70% che abbia dato sintomi transitori (T.I.A.) o permanenti (stroke) è già un indicazione all'intervento chirurgico di endoarterectomia (asportazione della parte interna dell'arteria comprendente la placca stenosante il lume). Se, come lei ricorda, la stenosi è bilateralmente > del 70%, suo papà è candidato all'intervento anche sull'altra carotide. Ovviamente dovrà essere operato prima dal lato che ha "parlato", quindi la carotide di sinistra (poichè i sintomi sono stati a destra). Piuttosto riterrei utile prima dell'intervento, per non dire indispensabile, valutare con un angioTC dei vasi epiaortici e dell'encefalo eventuali esiti dell'episodio recente di T.I.A. o di precedenti microembolismi decorsi "silenti" (lesioni ischemiche focali o diffuse a carico del tessuto cerebrale).
Cordiali saluti
Prof. R. Capoano -"La Sapienza" Università di Roma - Policlinico Umberto I
[#8] dopo  
Utente 611XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio a tutti quanti x i consigli fattomi pervenire.
La situazione è quella da voi descritta.
Mio padre è stato costretto al ricovero urgente nell'area milanese San raffaele (dovuta ad un altro ecocolor doppler conferma ostruzione al 90%).

Speriamo bene mi hanno detto il rischio circa del 10%.(mah)
Mi hanno detto che intendono effettuare solo una ripulitura delle carotide? Mah

Siete molto gentili e considero il vostro piu che un lavoro una missione sapendo che avete tra le mani esseri umani.

Rinnovo i piu cordiali saluti e grazie ancora!!!!!!!!!!!

stefano