Utente 231XXX
Buonasera Egregi Dottori,
Vi scrivo per conto di mia madre. Lei ha 40 anni e per il giorno 8 agosto aspettava il ciclo mestruale. Da questo giorno le sono iniziate delle piccole perdite di colore marroni (premetto che ha attraversato un periodo di stress) ma questo le accadeva anche nei cicli precedenti ( iniziava con spotting per tre quattro giorni e poi le veniva il flusso vero e proprio). In quest'ultimo mese però lo spotting si sta prolungando fino ad oggi (giorno 26). Il giorno 20 dopo aver parlato con la sua ginecologa ha eseguito un test di gravidanza che però le ha dato esito negativo. Il consiglio della dottoressa è stato che se il test dava esito negativo doveva cercare di rilassarsi e aspettare perchè il ciclo le sarebbe comunque arrivato. Ora siamo a giorno 26 e da qualche giorno ha perdite di sangue rosso che appaiono solo nella carta igenica ma non nell'assorbente. Non so se può derivare dal fatto che ha un fibroma di Ø mm 22°7 e pareti spessite del tipo fibromatoso ( ecografia 3/05/2012) e il pap test era nella norma. Inoltre mia madre ha una beta-talassemia intermedia di grado lieve (emoglobina 9.8). Questo fatto potrebbe essere la causa di questo avvenimento? Oppure l'eccessivo stress che ha attraversato nei mesi scorsi? E queste perdite di sangue rosso potrebbero essere l'annuncio del ciclo? Grazie per l'attenzione, aspettiamo a breve una risposta. Distinti Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Le cause di perdite potrebbero essere varie.
I fibromi uterini sono una delle cause.
Lo stress e gli stati anemici possono influire la regolarità del ciclo mestruale.

La sua dottoressa avrà quindi avuto le sue buone ragioni,
stando a quanto lei scrive
<<Il consiglio della dottoressa è stato che se il test dava esito negativo doveva cercare di rilassarsi e aspettare perchè il ciclo le sarebbe comunque arrivato. >>

Ovviamente continui a relazionarsi con la sua ginecologa.

Saluti