Utente 265XXX
Buona sera,

sono una signora di 58 anni , e da circa tre settimane soffro di ipertensione e aritmia. I valori hanno oscillato da min.90/120 al max 137/180. Il medico mi ha prescritto il ramipril da iniziare con un dosaggio minimo di 1.25 per una settimana una volta al dì e successivamente da raddoppiare. I primi giorni non ho avvertito miglioramenti significativi e ho aumentato la dose di ramipril a 2.5 mg. La notte successiva non ho mai dormito a causa dell'aumnento della pressione a 115/175, ho avuto aritmia e prurito. La mattina ho notato l'orticaria. Ho eliminato il sale dal cibo e ho bevuto infuso di biancospino e olivo. Ho interrotto l'assunzione di rampiril e la pressione si è abbassata e stasera ho 70/117. Questi sbalzi a che cosa sono dovuti? Premetto che ho avuto un periodo molto stressante al lavoro e sia la nonna che la mamma hanno sofferto di ipertensione arteriosa. Ringrazio anticipatamente della cortesia!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' possibile, con qualsiasi farmaco, presentare fenomeni allergici (come lei dichiara aritmia e purirto).
Il dosaggio del ramipril da lei assuntio e' veramente microscopico. Il consiglio e' quello di riferire al suo medico i problemi da lei citati.
E? comunque fondamentale, per ogi persona ipertesa incrementare l attivita' fisica (camminare almeno un'ora la di'),. abolire il sale da condimento sulla tavola e quello contenuto nei cibi, stare lontano dal fumo (qualora uno fosse fumatore)
Arrivederci
cecchini