Utente 698XXX
Gentili dottori buon giorno.
Mia filgia a casua di una artitre che si aveva paura fosse quella idipoatica giovanile ma che sembra essere riconducibile per fortuna ad una semplice artite reattiva e' stata ricoverata per nove giorni in un ospedale pediatrico della nostra zona dove le hanno fatto una serie di analisi risultati per fortuna tutti negativi.
Teefonicamente Il reumatologo che ci ha seguito mi ha informato circa il risultato dell'unico esame di cui non avevamo il risultato: la tipizzazine hla.
In attesa del colloquio con il nostro reumatologo che non avverra' prima della meta' di settembre potreste darmi qualche informazione?
Il medico mi ha detto che dobbiamo fare una chiacchierata perche gli esami hanno rilveto una positivita' all'antigene B 51 (MALATTIA DI BEHCET).
1) Ora sapendo che questi esami danno una indicazione probabilistica circa la malattie su cui si indaga, cosa vuol dire avere il B51 in termini probabilistici?
2) Quale percentuale di soggetti positivi al B51 hanno effettivamente la MALATTIA DI BEHCET?

Grazie infinite

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
avere il B51 di per sé non significa nulla. Averlo in associaizone ad un'artrite può significare qualcosa, perché può trattarsi di una manifestazione di malattia di Behçet. Il punto è che la malattia di Behçet non è definita come artrite B51+, per cui con questi dati non si arriva a nulla. Per quanto mi riguarda, trovo molto più significativo sapere che i colleghi abbiano concluso per il sospetto di un'artrite reattiva indipendentemente dall'identificazione del B51, che sposterebbe gli "equilibri" di una diagnosi solo se esistessero elementi clinici validi (e distinti dal B51) a indicarlo. Questo anche perché il B51 è ben diffuso nella popolazione generale, mentre il morbo di Behçet resta una malattia rara.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 698XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore grazie mille per la risposta.
So benissimo che la sola identificazione del B51 non indica niente ma la mia voleva essere solo una domanda di conoscenza circa le percentuali della diffusione dell B51 rapportato alla presenza del morbo di Behçet.

La cosa che ancora mi fa pensare a questa storia dell'artrite di mia figlia e' che non e' effettivamente come dice lei: purtroppo la diagnosi di artrite reattiva e' stato fatta prima che si avessero i risultati del B51.
Ma mi fa comunque stare tranquilla il fatto che il reumatologo mi abbia detto che dobbiamo solo parlare della questione e che questo dal suo puto di vista non cambiava niente.
Ringraziandola ancora per la sua disponibilita' approfitto e le faccio un'ulteriore domanda.
Il morbo di Behçet puo' presenarsi anche in bambini di 6 anni?
Saluti


[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«purtroppo» - ma perché dice «purtroppo»? - «la diagnosi di artrite reattiva e' stato fatta prima che si avessero i risultati del B51»: la diagnosi di artrite reattiva non ha bisogno del B51 per essere formulata; mi riferivo proprio a questo dicendo che «trovo molto più significativo sapere che i colleghi abbiano concluso per il sospetto di un'artrite reattiva indipendentemente dall'identificazione del B51».
Quindi non capisco il senso del Suo «non e' effettivamente come dice lei», dato che il collega reumatologo Le avrebbe confermato che «dobbiamo solo parlare della questione e che questo [il B51] dal suo puto di vista non cambiava niente».

Il morbo di Behçet può presentarsi anche in età pediatrica e, per inciso, anche in soggetti B51 negativi. Lo puntualizzo per sottolineare ancora una volta la centralità assoluta della presentazione clinica.

Saluti,


[#4] dopo  
Utente 698XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore grazie mille per la ulteriore risposta.