Utente 265XXX
Gentilissimi dottori, sono un ragazzo di 23 anni e vi scrivo in merito ad un dubbio sul mio pene.
Qualche mese fa ho notato una lieve desquamazione del pene, che si era ripetuta qualche volta sporadicamente forse anche in anni passati (1-3 volte), essendo la situazione delicata [..], mi sono rivolto al medico che mi ha detto non era niente dandomi vea-lipogel per 2 giorni, la cosa è passata subito ma ho preferito fare una visita dal dermo-venerologo esmprimendo situazione e perplessità, in particolare mi ha impaurito il linchen dopo aver letto qua e la su internet, il dermo-venerologo, mi disse dopo un'acurata visita e un buon ascolto che non avevo nulla, l'unico problema è il frenulo corto per il quale mi ha prescritto lavaggi con intimoil e pomata abilast biogel; questo nell'attesa di un intervento per risolvere il problema. Sono stato molto contento e sereno ovviamente e mi sono trovato benissimo con la pomata, non pensavo di avere quel problema ma nei rapporti (sempre e solo con una ragazza) ora capisco la differenza.
Mi è venuto peró un dubbio, (forse dovuto al fatto che sono piu suscettibile, che guardo di più o ad effetti piu elasticizzanti della pomata) noto che la pelle interna del prepuzio è di un colore più chiaro, un rosa abbastanza chiaro, rispetto al resto della pella, più pigmentata, più scura. In particolare se scopro tutto il glande tirando giù tutta la pelle si nota lo stacco tra la pelle del tronco esterna e quella interna del prepuzio (tengo a precisare che si scopre senza problemi). L'unico altro sintomo è un po di prurito ma lo noto a lavoro con molto caldo e vedo che la pomata fa un pó di residui in quelle sotuazioni e pulendo passa. Ora io esporrò il dubbio al momento della visita per il problema del prepuzio, quindi non chiedo una diagnosi. Ma siccome sono abbastanza scosso per altri motivi, vorrei cercare di stare piu tranquillo, e chiedere se è possibile che la cosa sia fisiologica o comunque comune e non grave o no?(si è capito cosa mi preoccupa in particolare no?).
Vi ringrazio anticipatamente per il vostro tempo e la vostra risposta.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si la cosa può essere assolutamente fisiologica. Ulteriori dubbi sarano chiariti all'atto della visita con il venereologo.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per il tempo dedicatomi.
E se le è possibile rispondere aggiungo una domanda:
Devo fare a breve la visita per l'intervento al frenulo dal andrologo (da cui mi manda il venerologo) ed eventualmente, per risolvere comunque sotto visita il dubbio, è sufficiente il suo parere?

Aggiungo una considerazione personale:
È un peccato che sul web non ci siano informazioni o testi su ció che è la normale anatomia, ma solo di testi informativi, e poco chiari per chi non è medico, di malattie. Soprattuto per queste cose dove lo scoglio piu grosso è l'imbarazzo.
Chiaro un testo su internet non puó in alcun modo sostituire una visita medica, ma darebbe informazioni molto utili e non solo grattacapi. Ad esempio nel mio caso avevo chiesto durante la visita a riguardo dei puntini, che infine erano delle papulle penine perlacee (spero di aver detto giusto).
La visita al tempo l'avrei fatta comunque, anche perché non era solo quello, ma già con uno spirito diverso.

La ringrazio ancora e le auguro una buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sarebbe come pretendere di essere un medico e uno specialista; internet è una grande risorsa, usiamola con criterio e con i limiti del buon senso però..;)

saluti
[#4] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
No no, il mio era solo un invito a divulgare qualche concetto base, magari su basi di vostre banalità riscontrate, invece che solo concetti e argomenti piu avanzati su malattie specifiche, che per quanto utili e ben argomentate non risultano chiare e anzi rischiano di diventare strumento errato su internet, tutto qua; se avevo piu pretese anni fa nella scelta mi sarei iscritto a medicina ;)

Ad ogni modo Lei il suo contributo lo da, quindi non le faccio perdere altro tempo per le mie considerazoni, se solo peró potrebbe rispondere alla precedente domanda, sempre secondo la sua disponibilità.

La ringrazio, cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
No no, il mio era solo un invito a divulgare qualche concetto base, magari su basi di vostre banalità riscontrate, invece che solo concetti e argomenti piu avanzati su malattie specifiche, che per quanto utili e ben argomentate non risultano chiare e anzi rischiano di diventare strumento errato su internet, tutto qua; se avevo piu pretese anni fa nella scelta mi sarei iscritto a medicina ;)

Ad ogni modo Lei il suo contributo lo da, quindi non le faccio perdere altro tempo per le mie considerazoni, se solo peró potrebbe rispondere alla precedente domanda, sempre secondo la sua disponibilità.

La ringrazio, cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non di dire perché lei debba rivolgersi ad un andrologo perché non conosco il suo caso: personalmente non ho bisogno di questi apporto perché il frenulo e' a tutti gli effetti competenza DermoVenereologica.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Riformulo la domanda, forse non sono stato chiaro.
Il venerologo mi ha mandato dal andrologo per fare l'intervento al frenulo, consigliandomi anche il medico, volevo sapere se eventualmente posso chiedere anche a questo specialista, dal quale saro a breve visitato, riguardo alla domanda iniziale sul dubbio a proposito del colore.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
chiedere non costa nulla; se mi chiede chi è lo specialista elettivo a valutare queste situazioni (cute e mucose genitali) sa bene che posso dire solo uno: il venereologo

cari saluti
[#9] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Allora, oggi sono stato da una venerologa, non riuscendo a tornare dal precedente medico.
Da questa ho espresso le mie perplessità riguardo a colore e chiesto a riguardo di un pizzichio/dolore su un lato del glande che però a vista non presenta nulla.
Dopo una vista "al volo", ha escluso subito il lichen e mi ha detto che si tratta di una micosi genitale prescrivendomi giocasten crema e lavaggi con bicarbonato, la stessa mi ha detto che nonostante abbia un fungo posso comunque avere rapporti, anche dopo aver esplicato la delicata situazione ?!?!??!
Dopo questa affermazione, credo che farò il possibile per tornare dal primo medico, in quanto sono dubbioso sulla diagnosi e sui metodi utilizzati (come ad esempio i guanti da frutta e verdura anzichè i classici medici). Ad ogni modo non essendo un medico, chiedo: è veramente possibile che una micosi non sia contagiosa?

Cordialità
[#10] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Allora, oggi sono stato da una venerologa, non riuscendo a tornare dal precedente medico.
Da questa ho espresso le mie perplessità riguardo a colore e chiesto a riguardo di un pizzichio/dolore su un lato del glande che però a vista non presenta nulla.
Dopo una vista "al volo", ha escluso subito il lichen e mi ha detto che si tratta di una micosi genitale prescrivendomi giocasten crema e lavaggi con bicarbonato, la stessa mi ha detto che nonostante abbia un fungo posso comunque avere rapporti, anche dopo aver esplicato la delicata situazione ?!?!??!
Dopo questa affermazione, credo che farò il possibile per tornare dal primo medico, in quanto sono dubbioso sulla diagnosi e sui metodi utilizzati (come ad esempio i guanti da frutta e verdura anzichè i classici medici). Ad ogni modo non essendo un medico, chiedo: è veramente possibile che una micosi non sia contagiosa?

Cordialità
[#11] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
.
[#12] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
scusate le repliche ho avuto un problema con la conessione