Utente 611XXX
MIA MADRE SOFFRE DI DIVERTICOLITE E DOPO NATALE HA COMINCIATO AD ACCUSARE FORTI DOLORI ADDOMINALI E NON RIUSCIVA A DEFECARE.
RICOVERATA IN CLINICA, DOPO NUMEROSI ESAMI (COLONSCOPIA, CLISMA OPACO, RISONANZA CON CONTRASTO) LE HANNO DIAGNOSTICATO UNA SUB STENOSI DEL SIGMA (SENZA NEOPLASIA) E LE HANNO SOMMINISTRATO 30 GG DI ANTIBIOTICI, CIPROXIN E DEFLAMON. LE HANNO SUGGERITO L'INTERVENTO CHIRURGICO.
IL CHIRURGO CHE ABBIAMO CONTATTATO CI HA DETTO CHE L'INTERVENTO PUO' ESSERE EVITATO CON L'INSERIMENTO DI UNO STENT (A RETE...) E LE HA SOSPESO GLI ANTIBIOTICI, SOSTITUENDOLI CON PENTHACOL E SCHIUMA RETTALE.
ADESSO, SICCOME IL GASTROENTEROLOGO SCONSIGLIA L'INSERIMENTO DELLO STENT, MA IL CHIRURGO LO RITIENE SUFFICIENTE, NOI CHE DOBBIAMO FARE?
VI PREGO DI FORNIRCI UN PARERE, MAGARI ANCHE SULLA SOSPENSIONE DEGLI ANTIBIOTICI.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La resezione chirurgica nella terapia della diverticolosi complicata e' efficace, tuttavia e' un intervento chirurgico con possibili rischi e complicanze.
Il posizionamento di stent e' meno invasivo ma non vi e' grande esperienza e risultati a distanza da valutare, soprattutto nelle patologie benigne.La scelta definitiva deve ovviamente essere del paziente, adeguatamente informato. Auguri!
[#2] dopo  
Dr. Boris Franzato
24% attività
4% attualità
12% socialità
CASTELFRANCO VENETO (TV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente. La sub-stenosi del sigma dopo una diverticolite è un esito abbastanza frequente. Se non ho capito male quello che ha descritto è stato il primo episodio di diverticolite acuta, vero? Quanti anni ha sua mamma? Di quali patologie soffre o ha sofferto in passato? Dopo quanti giorni dall'episodio acuto sono stati eseguiti gli accertamenti da lei descritti? Riesce ad evacuare regolarmente o ha difficoltà? Ha altri sintomi ora che l'attacco acuto è cessato?
Tutte queste domande è importante che abbiano una risposta prima di poterle dare un valido consiglio perchè come ha giustamente sottolineato chi mi ha preceduto, l'intervento chirurgico è la soluzione migliore ma ha anche una certa percentuale di complicanze.
Il posizionamento di stent può risolvere una stenosi ma ha il brutto difetto di lasciare in sede la causa della stenosi stessa, ammesso che sia infiammatoria...
cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 611XXX

Iscritto dal 2008
MIA MADRE HA 63 ANNI E QUESTO NON E' STATO IL PRIMO EPISODIO DI DIVERTICOLITE ACUTA, MA IL SECONDO IN DUE ANNI. MIA MADRE NON SOFFRE DI ALTRE PATOLOGIE, HA AVUTO EPISODI DI IPERTENSIONE E PURTROPPO DI DEPRESSIONE. GLI ACCERTAMENTI SONO STATI FATTI PROPRIO DURANTE L'EPISODIO ACUTO PERCHE' IL SUO GASTROENTEROLOGO L'HA VOLUTA RICOVERARE IN CLINICA. INFATTI, E' STATO MOLTO DOLOROSO PER MIA MADRE SOTTOPORSI ALLA COLONSCOPIA E AL CLISMA. AL MOMENTO DEL RIVOVERO AVEVA DIFFICOLTA' AD EVACUARE, DOPO CIRCA 15 GIORNI HA COMINCIATO A STARE MEGLIO E AD EVACUARE FACILMENTE, MA DA OGGI IN MODO DIARROICO (SCUSATE L'IMPRECISIONE DEL LINGUAGGIO).
IL CHIRURGO DICE CHE NON C'E' TENSIONE ADDOMINALE E MIA MADRE FINO A IERI NON ACCUSAVA ALTRI SINTOMI, MA QUANDO LE HANNO DETTO (IL GASTROENTEROLOGO) DELL'INEVITABILITA' DELL'INTERVENTO CHIRURGICO, HA RICOMINCIATO A LAMENTARSI (MA RIPETO E' MOLTO SENSIBILE ED HA SOFFERTO DI DEPRESSIONE).
- PER IL DOTT. FRANZATO. POSSO CHIEDERLE CHE SIGNIFICA "AMMESSO CHE SIA INFIAMMATORIA"?
SECONDO LA BIOPSIA FATTA E LA RISONANZA CON CONTRASTO NON CI SONO NEOPLASIE.
[#4] dopo  
Dr. Boris Franzato
24% attività
4% attualità
12% socialità
CASTELFRANCO VENETO (TV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Perfetto, se hanno fatto biopsie e sono negative allora sappiamo che la substenosi è infiammatoria.
Dunque si tratta di pesona relativamente giovane, senza importanti fattori di rischio, a parte l'ipertensione arteriosa, con almeno 2 episodi di diverticolite acuta in passato. Per darle un giudizio definitivo mancherebbe 1 solo altro elemento: la descrizione TAC (o risonanza)delle pareti del sigma. Se a distanza di almeno 2 mesi dall'ultimo episodio acuto risultassero ispessite mi sentirei di consigliarle l'intervento chirurgico per via laparoscopica. E' importante poter avere un dato ad episodio raffreddato per poter dare un giudizio su quali alterazioni sono dovute all'acuzie e quali invece di può prevedere restino nel tempo.
[#5] dopo  
Utente 611XXX

Iscritto dal 2008
IL REFERTO TAC:
...
A LIVELLO DEL SIGMA SI RILEVA ISPESSIMENTO PARITALE CON SUBSTENOSI E SI ASSOCIA INOLTRE SPOT DI DENSITA' GASSOSA DI TIPO DIVERTICOLARE.
IL GRASSO PERIVISCERALE E' DISOMOGENEO.
C. DIVERTICOLOSI DEL SIGMA CON PERIVISCERITE E SUBSTENOSI.
[#6] dopo  
Dr. Boris Franzato
24% attività
4% attualità
12% socialità
CASTELFRANCO VENETO (TV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Allora confermo il mio consiglio circa l'intervento chirurgico.
La saluto cordialmente