Utente 108XXX
Salve,

sono alla 34°settimana + 4giorni di gravidanza. In questi giorni mio marito dovrà farsi iniettare il vaccino anti tetano (anatetall) e perciò mi sono documentata su internet sull'argomento a cui non avevo purtroppo pensato prima.
Io non possiedo il libretto delle mie vaccinazioni e non so quando mi è stato somministrato il vaccino l'ultima volta. Sono comunque sicura di non aver fatto vaccinazioni negli ultimi 15 anni.
Ora, leggendo su internet, ho potuto scoprire che è opportuno vaccinarsi in gravidanza se sono passati più di 10 anni per poter passare al bimbo gli anticorpi necessari alla nascita (taglio cordone ombelicale) e nei primi mesi di vita.
- Dovrei vaccinarmi?
- Ho letto che il vaccino si può fare fino all'ottavo mese. Ma è realmente necessario? è possibile magari che io abbia ancora degli anticorpi?
Ho un figlio di 4 anni e mezzo e fortunatamente non ho avuto problemi alla sua nascita per il tetano anche se penso, con ogni probabilità, di non avergli passato alcun anticorpo.

Resto in attesa di un vostro gentile chiarimento in merito.
Vi ringrazio molto.
saluti.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

se è stata vaccinata in passato, anche se non si è fatto un richiamo vaccinale ogni 10 anni, in una certa misura si conserva ancora una "memoria immunitaria"; però, è difficile dire se ciò sia sufficiente a proteggere anche il neonato.

Posso solo confermarle che la vaccinazione antitetanica non è controindicata in gravidanza, ma anche sottolineare che l'evenienza di un tetano neonatale è abbastanza rara.

Perciò, decida lei se vaccinarsi o meno, meglio dopo essersi consultata con il suo ginecologo

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio moltissimo per la risposta!
Vorrei solo chiederle un'altra cosa.

Ho letto che in gravidanza e' necessario vaccinarsi tra il quinto e l'ottavo mese al fine di poter trasmettere al piccolo gli anticorpi. Poi ho anche letto che e'possibile vaccinarsi prima del parto, senza un'indicazione di un periodo preciso.
Per questo vorrei capire in quale periodo e' possibile farlo e se nel mio caso e' ancora possibile. Mi trovo all'inizio del nono mese (otto mesi e sei giorni) ovvero sono incinta da 35 settimane e un giorno.

Per chiarirle la mia storia vaccinale. Ho ricevuto le tre vaccinazioni da bambina, l'ultima di queste nel 1988. Questo e' quello che c'è scritto nel mio librettino delle vaccinazioni. Poi all'età di 13 anni mi sono tagliata con una targa di auto che ha comportato dei punti, ma non so dirle se in quel momento mi e' stato fatto un richiamo.

La saluto e la ringrazio di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non so, può vaccinarsi contro il tetano quando vuole,
ma se deve fare il ciclo vaccinale completo, non so quanta copertura darebbe al piccolo

in ogni caso, non mi preoccuperei eccessivamente, perchè il tetano neonatale è alquanto raro
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto per la celerità con cui mi ha risposto.
Vi scrivo nuovamente per due ulteriori argomenti oggetto di diversi quesiti che mi creano ansia, ovviamente..

1- Io e la mia famiglia andiamo in vacanza tutti gli anni in Campania da parenti e come ogni anno portiamo a casa dei budini acquistati presso una rinomata azienda agricola biologica di bufale della zona. Gli ingredienti sono: latte di bufala, cioccolato al latte, addensanti. Mi e' stato detto che vengono pastorizzati. Il prodotto si presenta sempre con bollicine d'aria all'interno e generalmente con tappi che sembrano ben sigillati (per capirci non fanno clic clac).

I problemi che mi pongo sono questi: oggi io e mio figlio li abbiamo mangiati come altre volte quest'anno (scadenza prodotto 10sett.12). L'aspetto era lo stesso, oggi pero' non ho purtroppo fatto caso al classico rumore di apertura, anche se penso l'abbia fatto perche' non avevo notato rigonfiamenti; poi ho notato che sulla superficie del budino vi erano delle bollicine bianche (tipo latte) che non so cosa siano!! E' normale che si formino?
Mio marito dice di averle gia' notate e pensa che sia latte che si ristagna in superficie. Anch'io penso di averle già viste ma non capisco a cosa siano dovute. Il sapore era lo stesso. Questa situazione e' a rischio di botulino o cose del genere? Il budino può essere un alimento dove potrebbe proliferare? Il prodotto a casa e' sempre conservato in frigorifero e durante il trasporto in auto da li' a casa e' conservato nei contenitori forniti dal produttore in polistirolo con del ghiaccio che pero' prima del viaggio sono riposti chiusi come ci sono stati venduti in frigorifero. E' corretto questa conservazione e questo trasporto?

Poi un'altra cosa, i tappi di ferro nella filettatura formano poca ruggine che a volte rimane sul vasetto in corrispondenza della filettatura esterna del vasetto di vetro. Puo' essere dovuta all'umidità o ad altro? E' pericolosa?

2-Per quanto riguarda la ruggine appunto, visto che e' periodo di paranoie sul tetano, e' pericolosa la ruggine che si forma ad esempio sulle telie del forno oppure le macchiette che si formano su certe posate e stoviglie lavate in lavastoviglie? Se avessi dei tagli alle mani o in bocca potrei prendere il tetano oppure e' una ruggine diversa quella che può causarlo? Non avevo mai pensato a queste cose ma ora vedo pericoli ovunque a cui prima non avevo pensato.

Spero possiate rispondermi a tutti questi miei quesiti anche se mi rendo conto di aver esagerato con le domande.
Vi ringrazio e vi saluto cordialmente come sempre.
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,
deve scusarmi, ma essendo cambiato l'argomento, deve aprire una nuova richiesta di consulto.

buona serata