Utente 975XXX
Buonasera,
ho 24anni. Per 4anni ho utilizzato anticoncezionali: per 3anni il cerotto contraccettivo ed in seguito per qualche mese la pillola. Da circa 5mesi ho smesso di prenderla perchè mi causava forti dolori, assenza di ciclo e soprattutto mi ha portato velocemente a prendere chili. Ho sempre avuto qualche brufoletto, anche prima di utilizzare gli anticoncezionali, ma mai come adesso. Da quando ho smesso di prendere la pillola sono costantemente piena di brufoli in faccia. Ho provato un sacco di creme prese in farmacia e non, acqua e sale, dentifricio e anche l'olio di tea tree che avevo visto essere fenomenale ma....niente!! Sono andata al mare con la speranza che almeno il sole potesse asciugarmeli ma non ha funzionato nemmeno quello. Vero è che da quando ho iniziato a prendere anticoncezionali sono ingrassata di qualche chilo e magari non sono stata ben attenta al cibo, ma è da mesi che prendo delle accortezze (palestra, attenzione al cibo, creme) proprio perchè vorrei che questi brufoli così insistenti andassero via! Secondo voi dovrei fare una visita più approfondita o prendere ulteriori accortezze?? Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
capita spesso nella nostra pratica clinica di ascoltare ragazze che si lamentano della persistenza dei “brufoli” dopo l’interruzione della pillola. Il dato è spiegabile dal momento che l’estro progestinico – soprattutto quelli di recente generazione – determinano una riduzione delle manifestazioni androgeno dipendenti quali acne, seborrea, perdita di capelli, irsutismo. Le proporrei un ulteriore colloquio con il suo ginecologo: forse cambiando tipo di molecola riuscirà a tollerare meglio la pillola ma, soprattutto, dovranno essere escluse patologie concomitanti quali, principalmente, l’ovaio micropolicistico. Al dermatologo, in seconda battuta, potrà essere chiesto di gestire il quadro clinico cutaneo. Se proprio non c’è spazio per la pillola si potrebbe ad esempio optare per l’isotretinoina utilizzando in questo caso la spirale come metodo contraccettivo (l’anticoncezionale è obbligatorio per legge durante trattamento con isotretinoina) oppure la somministrazione di antibiotici specifici per periodi più o meno lunghi a seconda del quadro e della sua risposta.
È ovviamente impossibile aggiungere di più da questa sede: le ho tracciato un percorso teorico basandomi su quanto ha raccontato ma la specificità della prescrizione è appannaggio degli specialisti che la visiteranno.
Cordiali saluti