Utente 121XXX
Buongiorno,
vi scrivo pur sapendo che una diagnosi via web è impossibile, ma un supporto psicologico non mi farebbe male almeno fino a quando il mio medico non torna dalle ferie.

Innanzitutto ho 29 anni e prendo ogni mattina una pastiglia di Congescor 1.25 per la pressione alta. Ho fatto ad aprile un elettrocardiogramma (tachicardia sinusale) ed un ecocardiogramma senza evidenziare nulla di strano o particolare.

Un mese fa circa, mentre ero in vacanza, mi è preso un forte dolore lombare. Passato dopo 2-3 giorni mi hanno iniziato a formicolare leggermente il mignolo e l'anulare della mano sinistra con un leggero dolore fino su il gomito. Da qualche settimana, inoltre, mi capita spesso che quando mi alzo (dal letto o dalla sedia) mi senta l'avambraccio perennemente in tensione. Senza un dolore particolare ma come se qualcuno me lo stesse schiacciando.

Queste sono cose che mi spaventano poco e per le quali posso anche attendere, ma da due-tre settimane mi sento come un leggero (ma costante) peso sullo sterno. E' una sensazione sgradevole, come se non riuscissi a digerire. Ogni tanto delle minuscole fitte che vanno dalla parte in alto a sinistra fino al braccio sinistro. Ho avuto degli "attacchi di panico" (credo) verso sera in cui mi mancava totalmente il fiato e avevo il respiro molto corto.

La dottoressa che sostituisce il mio medico mi ha prescritto OKI e Muscoril per 5 giorni per i dolori alle braccia e 5 gocce di EN prima di andare a dormire (che prendo da 5-6giorni) per il dolore al petto.
Il formicolio alle dita è rimasto (lunedì devo fare una ecografia del gomito alle parti molli per sospetta tendinite) e anche il problema al braccio destro.

La sensazione di pesantezza è leggermente diminuita durante il giorno ma compare sempre di sera anche se forse con meno intensità.

Ho molta paura possa trattarsi del cuore e questa cosa mi fa andare ancora più in ansia. Ciononostante cerco di contrastarla andando in bicicletta a lavoro e facendo a piedi i quattro piani di casa mia senza effettive conseguenze per il fiato o i battiti cardiaci.

Ho pensato potesse trattarsi di un disturbo di digestione, ma non saprei come migliorarlo.
Ho pensato anche che, date le mie numerose allergie, poteva trattarsi di asma. So che questo è il periodo dell'ambrosia alla quale sono parecchio allergico. Prendo una volta al giorno il Kestine 10mg ma non so se serve anche per un possibile "attacco d'asma".
Come detto ho anche e soprattutto paura che sia colpa del cuore e che tutti questi sintomi siano, in realtà, correlati tra loro.
Potrebbero non aver trovato qualcosa nell'ecografia fatta ad aprile? Consigliereste, prima di riprendere a fare sport, un ECG sotto sforzo? C'è qualcosa che posso 'provare' per tentare di migliorare la situazione?

Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Credo che il medico sostituto, visitandola e anche in base alla terapia che le ha prescritto, possa averla tranquillizzata escludendo patologie gravi o cardiache. Temo che il fattore ansiogeno possa influire in modo determinante ai suoi disturbi.

Legga un articolo di riferimento sull'argomento "Ansia e corpo":

A dopo ....