Utente 142XXX
Salve,

il presente post per chiedervi un consiglio.

Ad Ottobre 07, dopo aver fatto visionare una radiografia al mio dentista, mi viene diagnosticata la presenza di un granuloma tra il 6 e 7 inferiore dx(l'ottavo e' da sempre assente). Entrambi molari gia' devitalizzati una decina di anni fa e otturati con amalgama. Non mi ha mai provocato dolore, tant'e' vero non sapevo proprio dell'esistenza.
Mi fu detto che sarebbe stato un trattamento lungo ed un po' doloroso, ma che avrebbe fatto di tutto per non incorrere all'intervento chirurgico.
Da quando ha iniziato ad effettuare delle infiltrazioni con antibiotico direttamente nei canaletti che poi richiudeva con della pasta bianca, dopo qualche giorno ho iniziato a "vedere le stelle" con il molare sesto.
La prima volta mi sono autostaccato la medicazione bianca ed ho provato sollievo, altre tre volte me l'ha staccata il dentista.
Oggi siamo a Marzo, mi ha otturato definitivamente i canaletti,ricoprendoli temporaneamente con pasta bianca per verificare la reazione.
A distazna di una settimana continuo adaccusare dolore.
Ritornero' per asportare l'otturazione dei canaletti.

Consigli?

E' consigliabile l'immediato intervento chirurgico? Si fa a livello ambulatoriale o e' preferibile recarsi presso una struttura ospedaliera?

Il mio stress e dolore ha limiti e penso di averli superati.

Grazie per la lettura ed i preziosissimi consigli che arriveranno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Fare lavaggi di antibiotico e chiudere i canali non corrisponde alla pratica endodontica generale. Forse ho capito male.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, mi scuso della risposta tardiva, ma la questione non è di competenza del chirurgo maxillofacciale ma dell'odontoiatra.

Non vi è inytervento chirurgico in gradi di risolvere il suo problema.
O lo si risolve, o si toglie il dente.

Si rivolga ad un valido dentista.