Utente 265XXX
Egregio Dottore,

Sono affetto da una forma di Reflusso Gastroesofageo che perdura dal mese di aprile dell' anno corrente, recatomi da un Gastroenterologo mi è stato consigliato di assumenre Pantoprazolo al fine di risolvere il fastidioso disturbo che mi accompagnava, in data 28/04 mi sono recato in un laboratorio di analisi privata per delle analisi del sangue e scoperto l’ esito sono stati riscontrati dei valori anomali nell’ Elettroforesi Proteica che le elencherò qua sotto:

Albumina % 68,6 ( da 55,8 a 66,1 )
Beta 1 Globuline % 3,8 ( da 4,7 a 7,2 )
Albumina 4,87 ( da 4,02 a 4,76 )
Beta 1 Globuline 0,27 ( da 0,34 a 0,52 )
Gamma Globuline 0,79 ( da 0,80 a 1,35 )

Nei mesi successivi ho avuto degli episodi sporadici di reflusso che ho talvolta trattato con un ciclo di Pantorc per due settimane recentemente e occasionalmente con sciroppo antireflusso Noremifa o Riopan gel; da un paio di settimane mi è praticamente scomparso tutto ma, l’esito delle ultimissime analisi del sangue svolte in data 24/08 riporta ulteriori valori sballati nella Elettroforesi delle Proteine:

Albumina % 70,4 ( da 55,8 a 66,1 )
Beta 1 Globuline % 4,0 ( da 4,7 a 7,2 )
Beta 2 Globuline % 2,8 ( da 3,2 a 6,5 )
Gamma Globuline % 10,9 ( da 11,1 a 18,8 )
Beta 1 Globuline 0,26 ( da 0,34 a 0,52 )
Beta 2 Globuline 0,18 ( da 0,23 a 0,47 )
Gamma Globuline 0,71 ( da 0,80 a 1,35 )

Dopo la lettura delle analisi del sangue di Aprile mi sono recato dal mio medico di base il quale mi ha notificato i valori sballati associandoli a un ipotetica disidratazione dovuta a un consumo limitiato di acqua abbinato a un eccessivo consumo di carne. Io in questo periodo ho bevuto davvero molto e francamente non mi risulta di aver esagerato con la carne ( visto anche che faccio fatica a masticarla e ingoiarla vista la disfagia lieve indotta dal reflusso ). Le notifico che molto spesso in questi mesi ho avuto la diarrea probabilmente indotta dal pantoprazolo; Rivolgendomi in data odierna dal mio medico di fiducia dopo avergli fatto vedere i valori sballati mi ha rassicurato, ma ha associato tali valori a un ipotetica sindrome autoimmune ( ovviamente ancora da verificare in modo approfondito ). La mia domanda è, tali valori bassi possono dipendere dal mio "calvario gastro-intestinale" passato in questo periodo tra farmaci annessi e disturbi... oppure potrebbe esserci qualcosa di serio? La informo che nei precedenti esami svolti di Aprile sono in un valore di 37,2 ( 20,0 - 45,0 )

In Attesa di un suo riscontro Le porgo Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
i dati che riporta [con riserva su un ultimo riferimento che mi risulta incomprensibile: «nei precedenti esami svolti di Aprile sono in un valore di 37,2 ( 20,0 - 45,0 )»] non mostrano nulla di significativo né in relazione al Suo problema di reflusso gastroesofageo, né in senso assoluto.
Se non è in possesso di analoghi dati precedenti, potrebbe essere utile ripetere l'esame nel medio termine per confermare che valori di questo genere rappresentino la Sua personale "normalità".
Saluti,