Utente 137XXX
ho iniziato una cura con con Sivastim10 mg circa 10 mesi fa per tenere sotto controllo colesterolo con valori medi 260/280.Controllato valore CPK dopo 2 e 4 mesi con valori molto al di sotto del valore MX.Circa un mese fa,dopo crampi ai polpacci e stanchezza alle gambe ho ripetuto il controllo e il valore del CPK e' passato a 302 U/1(metodo UV NAC) mentre le analisi di routine sono state tutte con valori normali.Il medico curante ha sospeso la cura di statine prescrivendo una fiala di magnesio al giorno da ingerire.Oggi,dopo un mese,ho ripetuto l'esame ma il CPK e' addirittura aumentato a 332 U/1.Il medico mi ha raccomandato di continuare a prendere il magnesio e di aspettare almeno un paio di mesi.Pare che il rientro nei valori normali impieghi un po' di tempo.Cosa mi dite in proposito? Il valore di 332 U/1 e' di per se' un valore preoccupante?Nel frattempo il colesterolo e' diventato 268 mg/dl(metodo enzim trinder).Ritengo. al momento, di tenerlo sotto controllo con dieta ferrea.La mia eta' e' di 67 anni,vita sedentaria.Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il CPK puo' aumentare in seguito all'assunzione di statine, cosi' come pèuo' anche aumentare in seguito a sforzi fisici (jogging ad esempio) oppure a banali terapia per via intramuscolare.
Inoltre , ammesso che il CPK elevato sia legato nel suo caso alla statina, spesso basta cambiare tipo di statina per risolvere il problema. Il magnesio e' del tutto ininfluente sul dosaggio del CPK.
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto.Preso atto della non utilita' del flaconcino di magnesio, tenuto conto che non faccio terapia intramuscolare da anni (per fortuna),che la mia attivita' fisica e' limitata a passeggiate di un'ora al giorno, le chiedevo se il valore di 332 U/1 e' da considerarsi alto e se e' vero che per normalizzare lo stesso occorra diversi mesi.Cordialita'.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Possono occorrere alcune settimane. Altre cause piu' rare potrebbero essere l'ipotiroidismo e l'insuffcienza renale, ma non penso sia il suo caso. Ripeta tra un mese l'esame.
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della risposta.Stavo leggendo,pero', qualcosa che mi ha mandato in confusione.Su internet una dottoressa, specialista, a proposito dell'aumento delle CPK in seguito ad assunzione delle statine scrive : " un aumento delle CPK lieve moderato fino a tre volte il limite normale superiore non richiede,in genere, la sospensione della terapia ".Deve convenire con me che si resta perplessi su questa affermazione.Per me avrebbe significato non interrompere la terapia fino a 172 U/1 moltiplicato 3.Cosa ne dice?
Grazie in anticipo,non la disturbero' piu' se non in casi veramente eccezionali.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
quando un farmaco altera reazioni biochimiche è opportuno cambiarlo. attenda la normalizzazione e privi con un altra statina
cordialita
cecchini
[#6] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Grazie1000,seguiro' il suo consiglio.