Login | Registrati | Recupera password
0/0

Dolore al fianco destro dietro la schiena

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006

    Dolore al fianco destro dietro la schiena

    Circa un mese fa è cominciato un dolore alla schiena dietro le costole che poi è rientrato, forse dovuto a colpo d'aria, ma poi da diverse settimane si è trasformato o è comincaito ho un dolore persistente al fianco destro, all'altezza della vita, che poi sento anche più dietro, spostato decisamente sulla schiena, più su, a un palmo dal fianco. Duole in particolare in torsione o estensione sul fianco sinistro ma comunque è sempre lì, come un peso che rende piegamenti e movimenti più faticosi.
    Preciso che da anni, molti anni, sono afflitta da periodici dolori alle gambe, che si presentano a dx o sx, a livello del polpaccio, dietro il ginocchio o dietro la coscia o dentro il gluteo alternativamente o contemporaneamente; a volte vanno via da soli, spesso sono costretta a prendermi un antiinfiammatorio (solitamente il feldene) per stare bene fino alla successiva. Le visite ortopediche, quelle neurochirurgiche e le risonanze non hanno indicato nulla di rilevante, solo protusioni, nulla secondo gli specialisti tale da causare tali dolori. Il loro consiglio è sempre stato lo stesso: faccia sport. Cosa che non mi è possibile fare per questione di tempo disponibile, aggravato da una certa indolenza caratteriale unita alla stanchezza.
    Tuttavia questo dolore è sempre qui, a destra e non riesco a capire se è dello stesso genere, cioé riguardante i nervi, ma direi di no.
    Grazie.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 514 Medico
    Perfezionato in:
    Pediatria
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    Gentile Signora
    mi permetto di risponderle vedendo il suo consulto ancora inevaso e nella speranza di fare cosa utile e a lei gradita.
    Sul "nulla di rilevante" avrei da dire la mia: le protrusioni a volte danno disturbi fastidiosissimi.
    Poi bisogna capire se di minime protrusioni si tratta e perchè ci siano queste protrusioni. I suoi sintomi richiamano un problema su L4-L5 e maggiormente su L5-S1.

    Se lei ha ad esempio una scoliosi a livello dorsale, anche la colonna lombare e cervicale soffriranno; la sua postura anomala è tutt'altro che irrilevante ai fini dei dolori e quindi lei deve obbligatoriamente applicarsi a stare meglio!!!

    Segua i consigli che le hanno dato di fare sport (nuoto sul dorso), ma contestualmente si procuri una sedia ergonomica se sta moto seduta a fare lavori; non accavalli le gambe, usi tacchi di 4,5-5cm ben piantati, stia attenta a sedere in posizioni corrette.

    Non sia pigra per piacere, è giovane; deve fare qualcosa per diminuire i suoi disagi e non peggiorare la postura;
    le consiglio: autotrazioni lombosacrali in antalgia
    correnti tonificanti dal lato convesso e rilassanti dal lato concavo della colonna (se c'è una curva), ginnastica posturale, un materasso a memoria di forma che le sostenga bene la colonna.

    le invio cordiali saluti
    Agnesina Pozzi



  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Gentile dottoressa, le sono molto grata per le parole e per il tono usati.
    La mia cervicale è stata provata da qualche incidente e soprattutto ultimamente da un lieve trauma cranico e trauma distorsivo cervicale che ne aveva ridotto la lordosi fisiologica.
    Sulla scoliosi, la ricordo dai tempi della scuola e l'altro giorno visitandomi il mio medico curante mi ha guardato la schiena e me l'ha confermata.
    Il referto dell'ultima RMN rachide lombare dice: "Regolari per morfologia e intensità di segnale i metameri in esame. Lieve protrusione anulo-discale mediana e para-mediana bilaterale dei dischi intersomatici compresi tra L4-L5, L5-S1 e bulging anulo-discale globale di L3-L4 condizionanti modesti fenomeni compressivi sulla parete anteriore del sacco durale. Nella norma le faccette articolari interapofisarie e i ligamenti gialli e il canale midollare."
    Ripeto, il neurochirurgo e l'ortopedico consultati mi hanno detto che non avevo niente e che dovevo fare sport.
    Ogni tanto comincio a iscrivermi ad un corso di ginnastica posturale, poi arrivano momenti intensi di lavoro e devo lasciar perdere, e non ricomincio più. Naturalmente passo diverse ore seduta al pc...
    Il mio medico curante per queste algie al fianco mi ha consigliato un'ecografia addome superiore, sospettando anche calcoli alla cistifellea, forse ciò spiegherebbe anche la mia bocca asciutta?
    Grazie infinite per i consigli.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 514 Medico
    Perfezionato in:
    Pediatria
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    .."E meglio mi sento..."

    si dice dalle nostre parti, in Basilicata, per sottolineare ironicamente che lei aggiunge qualcosa di più. le protrusioni comprendono anche ad L3-L4 la cui innervazione arriva nei paraggi dell'inguine. Naturalmente la "curvatura" anomala che porta a far protrudere i dischi, inzia sulla tangente superiore del piano vertebrale (se avessi uno schermo con la matita le farei un disegnino, più facile a vedersi che a dirsi..), coinvolgendo così la dinamica dei dischi superiori (da D12 ad L2) in alto, ed il sacro-bacino in basso.

    Una postura difettosa può, a seconda dei livelli vertebrali interessati, dare vari sintomi localizzati agli organi innervati da quella particolare diramazione nervosa;
    le conseguenti sofferenze sono sia di tipo doloroso che di tipo funzionale (pseudoaritmie, gastriti, coliti, discinesie biliari, ecc).

    Intanto cominci ad usare una sedia ergonomica per stare al pc. All'inizio le sembreràstrano ma, abituandosi, troverà la strana posizione molto confortevole e lenitiva. Bene alla ginnastica posturale. Ci riprovi!

    la saluto
    Agnesina Pozzi



  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Bè a volte si pensa di dover soffrire senza rimedio e si rimandano spese e attività ad un altro momento che non arriva mai pur avendole messe in conto perché non si crede davvero nella loro capacità risolutiva.
    Intanto la ringrazio ancora per la gentilezza e la sollecitudine, per avermi spronato e ridato fiducia. La saluto molto cordialmente.




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 514 Medico
    Perfezionato in:
    Pediatria
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    ..Ed io ringrazio lei!

    Agnesina Pozzi



Discussioni Simili

  1. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 16/03/2008, 21:58
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/04/2008, 15:06
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 07/02/2008, 12:38
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18/01/2008, 23:23
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18/06/2008, 22:05
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896