Utente 224XXX
sono un uomo di 43 anni e da giovane (dai 16 ai 20 anni) ho sofferto di emorroidi dolorose che con l'andar del tempo sono rimaste ma il dolore non è più comparso. Una decina d'anni fà però, qualche volta defecando usciva del sangue fino ad arrivare a 4 anni fà che ogni volta che andavo ne perdevo.Mi sono rivolto ad un proctologo che mi ha detto che non sono le emorroidi che sanguinano ma ho un prolasso della muccosa che mi provoca ciò e mi ha fatto delle sclerosanti che dopo 3/4 mesi ricominciando a sanguinare devo ripetere.Il proctologo _(che è anche chirurgo) è contrario all'operazione e mi dice di aspettare per vedere se in futuro ci saranno tecniche innovative e meno dolorose Da l'anno scorso però anche le emorrodii in poche occasioni cominciano a farsi sentire e sono abbastanza stanco tra sanguinamenti e fastidi anali. Ho sentito dire che se però si interviene chirurgicamente il problema non è sicuro si risolva e se il chirurgo non esegue perfettamente l'operazione ci sono delle controindicazioni che non vanno più via a vita.Ho sentito anche che ci sono delle tecniche poco invasive (tecnica Longo) che possono dare buoni risultati. Non so cosa fare però questo problema vorrei risolverlo.

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Il prolasso emorroidario e la sintomatologia ad esso legata(dolore, bruciore, sanguinamento, etc.)sono la diretta conseguenza del prolasso rettale interno.
Questo prolasso interno permette lo scivolamento verso il basso ed all'esterno del tessuto emorroidario,le emorroidi dislocate verso il basso perdono la loro fisiologica funzione ed incominciano a dare i fastidi da lei descritti.
Le terapie ambulatoriali(sclerosi, legature elastiche etc.)sono indicate nei gradi iniziali di prolasso emorroidario, ma non in quelli più avanzati.
A distanza non è possibile sapere quale è la sua situazione ,ma da quello che ci ha riferito e da quello che dice il suo curante penso che nuove sedute di sclerosi non potranno risolverle il problema.
La terapia chirurgica del prolasso e l'intervento di Longo ormai è affermata tanto da essere considerata "glod standard" nel trattamento del prolasso retoanale è potrebbe rappresentare la soluzione al tuo problema.
Cordilai saluti.
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la celere e chiara risposta.

saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla.
Ci tenga informati.