Utente 266XXX
Gent.Dott., ho una bicuspidia aortica congenita che non mi ha mai dato preoccupazioni e dopo anni di controlli periodici e sempre con esito positivo, purtroppo ho lasciato passare un lungo periodo senza più sottopormi ad alcun monitoraggio (per lungo intendo 10-12 anni circa). Da ragazzina i medici mi dissero di non fare sport agonistico, evitare la montagna sopra i 2.000 metri ed il mio medico di base mi fece fare terapia preventiva con Diaminocillina. Da ecocardiogramma colordoppler transtoracico effettuato una decina di giorni fa è emerso quanto segue: "Ventriicolo sx di normali dimensioni,normali spessori parietali,normocientico. Atrio sx di normali dimensioni. Mitrale:non rigurgito. Riempimento ventricolare di tipo normale. Valvola aortica bicuspide(tipo I, R/L),lieve incremento del gradiente anterogrado, non stenosi significativa,minimo rigurgito eccentrico. Aneurisma dell'aorta ascendent a livello del tratto tubolare (TT 46mm, SV 34mm, GST 36mm). Rapporto Area aortica= 9.4 Arco aortic non dilatato. Sezioni di dx nella norma. Non segni di ipertensione polmonare. Non versamento pericardico. CONCLUSIONI: ectasia dell'aorta ascendente (TT 46mm) in valvola aortica bicuspide.Rapporto Area aortica/Altezza 9.4. Aortic ratio 1.38. Si consiglia terapia con bisoproololo 1.25mg 1 cp ore 8 e ramipril 2.5mg 1cp ore 20. Eseguire AngioTC torace per valutazione ottimale delle dimensioni dell'aorta toracica. Rivalutazione con ecocardiogramma TT/TE tra 5mesi".
Aggiungo che lo stesso cardiologo mi ha consigliato di tenere monitorata la pressione giornalmente (dato che la max non arriva a 100 e la min è intorto a 68-70 la pastiglia serala non ho ancora cominciato ad assumerla).
Non ho parentado con problemi cardiaci (che io sappia).
Non avverto dolori, ma non nascondo che sono preoccupata.
Lo stesso cardiologo - dopo avermi giustamente ripreso per aver lasciato passare troppi anni dall'ultimo controllo - mi ha spaventata dicendomi di curarmi seriamente e subito se volevo vedere crescere mio figlio (di 6 anni).
L'angioTac toracica col contrasto l'ho già fatta e lunedì avrò l'esito che sottoporrò ad altro cardiologo per una valutazione e che riporterò su questo sito a maggior completamento del mio quadro di salute e per avere Vs opinione in merito.
Ho letto che in caso di bicuspidia aortica congenita l'aneurisma del'aorta ascendente sarebbe già da operare, in soggetti non anziani, sopra i 45mm... E' corretto?
E' fattibile nel mio caso specifico, e ovviamente se fosse consigliato l'intervento, il tipo meno invasivo di quello a cielo aperto, ovvero l'impianto di protesi endovascolare? Grazie mille per l'attenzione e per l'eventuale risposta. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Gentile utente, in effetti l'indicazione chirurgica (aorta ascendente > 45 mm in bicuspidia aortica) è già presente nel suo caso. Però a mio parere non è urgente. Se la TC conferma il diametro individuato dall'eco, ripeta un eco tra 6 mesi. Se tra 6 mesi il diametro è aumentato (anche solo di 1-2 mm), prenda in seria considerazione la necessità dell'intervento cardiochirurgico. Si ricordi che, in caso di ectasia dell'aorta asc. oltre 48-50 mm in bicuspidia aortica, il rischio di dissecazione (ovvero rottura della parete aortica) è decisamente maggiore del rischio dell'intervento: quindi conviene farsi operare !
Non esiste al mondo la tecnica di impianto di endoprotesi in aorta ascendente. Al massimo è possibile eseguire l'intervento tradizionale in ministernotomia anzichè in sternotomia totale: in altre parole, incidendo solo la metà superiore dello sterno (che però in una donna giovane determina lo stesso un certo danno estetico, in quanto la cicatrice si vede comunque con la scollatura).
Se crede mi mandi il referto TC.
Stia tranquilla e serena

Un caro saluto
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la sua preziosa risposta e per la tempestività!
Sicuramente Le riporterò i datii dell'angio tac (anche solo per una Sua valutazione di conferma).
Cordiali saluti.
PS: mi conferma comunque la prosecuzione del solo "Sequacor" al mattino, aspettando ad iniziare l'eventuale ACE inibitore (dati i miei valori di pressione)?
E un ultimo dubbio... I miei battiti cardiaci - da quando ho iniziato il medicinale perchè prima li ignoravo completamente! - ora sono intorno ai 60 - 62. E' tutto ok?
Grazie ancora!!!
[#3] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Gent,mo Dottore, Le riporto quanto scrittomi nel referto dell'angio tac toracica, ovvero:
"Esame eseguito senza e con MDC (Iopamiro 370 - 90 ml).
Aorta toracica pervia; non segni di dissecazione.
Si conferma una modica ectasia dell'aorta ascendente con diametro trasverso di circa 47 mm ed antero posteriore di circa 46 mm. L'arco aortico e l'aorta toracica discendente presentano un calibro regolare.
A carico del parenchima polmonare minuti esiti specifici agli apici. Non si evidenziano addensamenti parenchimali polmonari o lesioni espansive.
Non versamenti pleurici. Non linfoadenopatie patologiche mediastiniche.
Principali diramazioni bronchiali pervie."
Ho più dubbi di prima...
Perchè non nominano mai la bicuspidia aortica? (premetto che avevano ovviamente in mano copia dell'esito dell'eco fatto in precedenza e di cui ho scritto sopra).
Cosa vuol dire che per un diametro è 46mm e per quello trasverso 47mm?
Non dovevano anche valutare i miei dati fisici, come peso,altezza,età e sesso? (anche qui non scrivono nulla in merito...).
L'aorta toracica "pervia" e le "principali diramazioni bronchiali pervie" cosa vogliono dire esattamente?
Perdoni la mia ignoranza in materia e soprattutto la mia ansia...nell'attesa della visita del cardiologo.
Infine, in base a quanto mi ha scritto nella sua risposta, ovvero dell'aumento nei prox mesi anche solo di 1 - 2 mm...può considerare anche il diametro trasversale di 47mm e quindi una maggior necessità d'intervento chirurgico?
Grazie ancora per l'attenzione e l'eventuale risposta.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
L'assunzione di bisoprololo (sequacor) determina la riduzione della frequenza cardiaca, oltre che della pressione. Normale quindi avere 60 battiti al minuto. Non sospenda il farmaco. La TC è del tutto normale tranne che per la conferma dell'aneurisma di 46-47 mm (non sempre l'aorta è perfettamente circolare, per questo il diametro può variare di 1 mm se preso anteroposteriore o laterolaterale). Come già detto, lei, in presenza di bicuspidia aortica (che si può vedere all'eco e non alla TC...), avrebbe già indicazione chirurgica.
Però essendo un primo riscontro, non c'è un alto grado di urgenza tale da pensare ad una operazione in breve tempo. Ripeta un eco tra 6 mesi. Poi mi ricontatti.
E stia tranquilla.
[#5] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ancora. E' stato davvero gentilissimo!
Sicuramente mi rifarò viva con gli esiti del controllo fra 6 mesi e vedremo il proseguo...
Cordiali saluti.