Utente 266XXX
Buonasera, sono nuovo sul forum ed è la prima volta che scrivo. Vi spiego la mia situazione: io ho 22 anni e soffro di malocclusione di terza classe scheletrica. Fin da quando ero piccolo ho portato apparecchi vari per cercare di risolvere la sporgenza dei denti inferiori fino all'età di 16 anni quando il mio dentista disse che più di così non si poteva fare e mi sconsigliò vivamente un intervento chirurgico. Quando smisi di portar l'apparecchio avevo i denti inferiori che combaciavano con quelli superiori e mi reputai abbastanza soddisfatto tanto da dimenticarmi del mio problema. Con il passare degli anni notai che la situazione, seppur di poco, stava peggiorando. Ora ho i denti inferiori leggermente più avanti e gli incisivi inferiori si sono un pò accavallati, inoltre faccio un po fatica a masticare e ogni tanto ho mal di testa, così qualche mese fa sono andato da un dentista che dopo una breve visita mi ha detto che la situazione era risolvibile solo tramite intervento. Mi ha spiegato che continuando a masticare cosi i denti potrebbero rovinarsi in quanto gli incisivi superiori e inferiori si toccano. Inoltre ha detto che i problemi che avverto si risolverebbero. A quel punto ero fortemento convinto di affrontare l'operazione, visto che anche dal punto di vista estetico migliorerei sicuramente. Pochi giorni fa ho fatto una visita con il chirurgo che dovrebbe operarmi, il quale mi ha fatto questa diagnosi: malocclusione terza classe sheletrica da ipoplasia mascellare e lieve protusione mandibolare. Poi ha insistito sui possibili effetti collaterali di un intervento facendomi capire che la mia situazione non è grave e che potrei anche lasciar perdere. In particolar modo mi ha colpito la possibilità di perdere sensibilità al labbro e mi sembra di aver capito che si puo rischiare una paresi. Sono rischi frequenti? E soprattutto se accadono sono perenni o riguardano i primi tempi dopo l'intervento? In linea di massima dovrebbero operarmi fra 2 anni e ora come ora sono ancora abbastanza convinto ad affrontare l'intervento: se non lo dovessi fare è possibile che riscontrassi altri problemi rispetto a quelli che sto riscontrando ora? Scusate se sono stato un po prolisso.
Ringrazio anticipamente.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
il chirurgo Le ha correttamente elencato i possibili rischi relativi all'intervento.
Simili interventi sono ormai di routine.
Rischi di alterazione della sensibilità del labbro inferiore sono legati all'intervento di osteotomia mandibolare, raramente permanenti e consistenti in insensibilità, per lo più temporanei e da riduzione della sensibilità.
Per quanto riguarda il secondo quesito ("altri problemi"), è impossibile rispondere senza conoscere il caso specifico.
Cordiali saluti