Utente 266XXX
vorrei sapere, prima di un'eventuale successivo approffondimento se esistono allo satao evidenze scientifiche sulla circoncisione come soluzione in alcuni casi dell'eiaculazione precose.

grazie per la cortese attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Michele Giorgi
24% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Lettore, penso si riferisca alla eiaculazione precoce primitiva, la condizione di gran lunga piu' diffusa. Non ci sono evidenze scientifiche . Tuttavia in alcuni casi puo' essere utile in caso di EP se sussistono frequenti infiammazioni del glande (balaniti, balanopostiti) o anche restringimenti piu' o meno marcati del prepuzio (fimosi parziali) . Comune la sola circoncisione nella mia esperienza non è mai risolutiva; in casi particolari, puo' far parte della terapia della EP, affiancandola alla rieducazione del Paziente e all'impiego di farmaci specifici.
[#2] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egr.lettore,
concordo con il dr.Giorgi sull'utilita' di una terapia comportamentale di coppia per acquisire un buon autocontrollo sessuale e talora di una teraia medica di supporto.La circoncisione ,se c'e' fimosi o frenulo corto,ovviamente e' indicata;se non c'e' fimosi puo' ridurre l'ipersensibilita' del glande ma da sola non risolve il problema.