Utente 154XXX
Gentilissimi dottori, vi pongo la mia questione.
Nei primi rapporti la mia durata sessuale era lunga, anche 1 o 2 ore, ma pian piano la durata è sempre diminuita fino a stabilizzarsi intorno ai 5 minuti. Non so se può essere definita eiaculazione precoce, ma il problema per me esiste perché non mi sento soddisfatto dei miei rapporti. Ho imparato a riconoscere la sensazione a a fermarmi un attimo prima, ma ciò serve solo a prolungare il rapporto di qualche minuto dovendo però rinunciare alla spontaneità di questo.
Ho notato che su stimolazione diretta del glande sento meno piacere ma soprattutto posso controllarmi benissimo, il problema è che giungo presto al limite quando la stimolazione avviene per lo scivolamento del prepuzio sul glande, cioè sempre dato che esso ricopre la maggior parte del glande in erezione (secondo il mio dottore non ho problemi di frenulo corto o prepuzio stretto).
Tutto ciò cosa può significare?
Non so se influisca o meno, ma lamento un iper secrezione da parte delle ghiandole di cowper.

Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
le possibili spiegazioni di quanto ci descrive possono essere svariate: iniziale diminuzione dell'efficienza erettile, lievi alterazioni cutanee (anche se il suo medico le esclude), altro.
Ritengo che valga la pena sottoporsi ad ina valutazione specialistica andrologica nel cui ambito valutare se eseguire accertamenti mirati.
Ci tenga informati.