Utente 362XXX
buongiorno gentili medici,
vi scrivo perchè soffro da circa 2 anni di una serie di disfunzioni sessuali note con il nome di PSSD ovvero Post SSRI Sexual Dysnfunction, (potete andare sulla pagina di wikipedia per capire di cosa di tratta http://en.wikipedia.org/wiki/Post-SSRI_sexual_dysfunction), cominciate in seguito all' uso dell' antidepressivo efexor (che ho sospeso dopo un mese di assunzione).
Ho notato che c'è molta polemica riguardo il fatto se sia stato il farmaco a causarmi queste disfunzioni o se io le abbia realmente e per questo vi prego di non considerare la mia opinione ma di concentrarvi come medici su dei dati reali.
Recentemente ho monitorato i valori di prolattina e testosterone nel sangue con un test che ho eseguito di mia iniziativa e prendendo spunto da questo vorrei cercare di allargare l' indagine anche con il vostro aiuto.
Premetto che da 2 anni, appunto da quando ho interroto il farmaco, non stò assumendo più farmaci di alcun tipo:

prolattina: 22.97 maschi 1,6-18,8
testosterone totale: 462,02 maschi 300-1100

quindi la prolattina credo sia un pò altina, ora vi chiedo gentilmente:

conoscete qualche figura in italia che è interessato alla PSSD?
quali altri esami posso eseguire?
potete consigliarmi strutture a napoli o dintorni dove poter essere seguito?
dovrei secondo voi prendere agonisti dopaminergici per diminuire la prolattina?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il tasso ematico leggermente alto della sua prolattina, che sembra essere l'unico dato clinico emerso, da solo non basta ad indicarle alcuna terapia mirata.

Risenta il suo psichiatra se ritiene necessaria anche una attenta valutazione psicologica od andrologica; lui sicuramente conosce meglio di noi la realtà della sua città e saprà consigliarla in questo senso.

Nel frattempo le consiglio di consultare anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html .

Un cordiale saluto.