Utente 579XXX
Buongiorno a tutti.
Sono una ragazza di 25 anni e circa un mese fa ho avuto una crisi ipertensiva (170 /115). Ho effettuato una serie di controlli; l'ecocardio era perfetto, a parte un piccolo soffio dovuto ad una malformazione congenita della valvola mitralica.
visita oculistica: oofundus papilla rosea a bordi netti, modesto aumento del riflesso parietale arterioso, modica congestione venosa, qualche accenno di incrocio a-v. ndr al polo posteriore.
Negli esami del sangue era tutto a posto a parte:
s-renina in clinostatismo 24,1 pg/mL (1,1 - 20,2)
conteggio reticolocitario
B-CHCMR 328,0 g/L (230 - 310)
B-CHR 34,7 pg (25 - 30)
P-D dimero 208,5 microgrammi/L (0 - 150)
zona albuminica 55,3% (57,5 - 68,5)
aldosterone in ortostatismo 340 ng/L (40-310)
aldosterone in clinostatismo 268 ng/L (10-160)
p-adrenalina plasmatica 118 ng/L (0 - 85)
p- dopamina plasmatica 115 (0 - 105)
(le catecolamine urinarie sono ok)
l'ecodoppler all'addome era perfetto.
Ho una personalità decisamente ansiosa (sono in cura da anni presso uno psicoterapeuta) e ho sofferto di depressione, quindi il mio medico di base ha pensato di farmi assumere del Lexotan (7 gocce per 3 volte al dì), associato a del Laroxyl (3 gocce) che uso in prenvenzione dell'emicrania.
La pressione si è relativamente normalizzata: ora sono intorno a 130/100.
Il problema è la tachicardia, ho quasi sempre 90-100 battiti al minuto, qualche volta di più: basta che pratichi il minimo sforzo per sentire che le pulsazioni aumentano molto, motivo per il quale non faccio sport da anni.
Inoltre mi è stata diagnosticata un'aritmia respiratoria.
Sono alta 1.68 e peso 60 kg.
Il mio medico curante mi ha prescritto mezza compressa di Congescor 1,25 mg da assumere tutte le mattine... Siete d'accordo con questa terapia?
Sono una fifona ed ho una gran paura ad assumere dei beta-bloccanti, da anni "convivo" male con una pessima elaborazione di un lutto (avvenuto, appunto, per problemi cardiocircolatori) e, da allora, ho sempre avuto il timore che il mio cuore potesse funzionare male, smettere di funzionare e simili paranoie.
Inoltre tra circa un mese dovrò subire un intervento in laparoscopia per endometriosi ed ho paura che il Congescor possa interferire con l'anestesia (della quale ho - ovviamente visto il tipo - un sacro terrore).
Mi scuso per essere stata prolissa, ma avevo bisogno di sentire altri pareri :-)
Vi ringrazio molto per la cortese attenzione, e vi auguro una buona giornata.
Veronica

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
mi sembra una buona terapia. La faccia per 2 3 settimane e quindi valuti se ha avuto govamento...