Utente 674XXX
Salve a tutti, la mia domanda è un po' atipica ma dal momento che il concetto di salute riguarda non solo il corpo ma anche la mente (e questa cosa mi sta turbando abbastanza) chiedo a voi. Sono uno studente di medicina ormai arrivato al quinto anno ma la mia scelta di intraprendere questa carriera non è stata sempre chiara: quando ero al liceo ero molto appassionato alla fisica ma l'idea di lavorare nel mio studio da solo a pormi problemi e a risolverli non mi allettava, amo stare con le persone ed ho un forte senso di empatia, per questo ho pensato che la medicina potrebbe essere un giusto connubio tra questa mia passione per la fisica (ma anche la chimica e la scienza in generale) e questa mia necessità di rendere pratiche le mie conoscenze e di lavorare con le persone. Le prospettive lavorative poi mi hanno convinto.
Una volta entrato peró nonostante gli esami siano passati e con buoni voti, mi son ritrovato a studiare una quantità di nozioni fini a se stesse, mi dissero che dovevo avere pazienza ed aspettare le materie piú coinvolgenti e cliniche, ma anche queste si sono rivelate spesso solo nozionismo: elenchi su elenchi e classificazioni, dove si abbandona totalmente il processo di ragionamento clinico e si preferisce infarcire tutto con mille dettagli inutili. La mia mente ama i nessi logici e lo studio ragionato e affrontare questi esami che sono solo un monte di informazioni che poi finiscono nel dimenticatoio poco dopo (con mia estrema frustrazione) solo perché studiate a memoria come solo un automa sa fare sta diventando pesante.
Non sento la passione, non riesco ad affascinarmi, ho anche visto qualche reparto e lí le cose sembrano un po' diverse ma non credo che lo siano totalmente anche perché se lo fossero, il modo in cui ci fanno studiare la medicina è totalmente sbagliato!
Tutto questo pesa enormemente sulla mia motivazione e sullo sforzo che devo fare per affrontare gli esami, i sacrifici poi sono sempre fatti a malincuore. A questo punto dovrei anche orientarmi su quale specialità scegliere ma con questo background non riesco ad appassionarmi a niente e cerco di decidere qualcosa sulla base dei pro e i contro che mi dicono gli altri, ovviamente senza nessun risultato.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
lei pone all'attenzione problemi di turbamento riguardo ad una scelta che forse non ritiene molto confacente alle sue caratteristiche.

Permesso che il sito (linee guida) non prevede richieste di consulto generiche
http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp

le chiedo: come potremmo aiutarla?




A meno che lei non voglia approfondire

>> il concetto di salute riguarda non solo il corpo ma anche la mente (e questa cosa mi sta turbando abbastanza) <<

i motivi psicologici del suo turbamento, postando in area appropriata la sua richiesta.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 674XXX

Iscritto dal 2008
Ok la ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Distinti saluti