Utente 266XXX
Salve,
ho 26 anni ed ho avuto sempre una attività sessuale abbastanza attiva.
Da qualche tempo sento di avere un calo della libido ed ho problemi di erezione.
Di mia iniziativa ho fatto le analisi del sangue per il dosaggio del testosterone. Questi i valori così come riportati nel referto:

Testosterone: 3.73 nmol/L valori di riferimento Uomo: 2.5 - 8.5
Testosterone libero: 15.27 pg/ml valori di riferimento Uomo: 8.69 - 54.69

Anche se rientrano nei valori di riferimento, cercando su internet ho capito che vanno interpretati, anche perché ci sono diverse unità di misura, diversi valori di riferimento, ecc... ma in generale mi pare di capire che sono bassi per la mia età.

Quindi i miei quesiti sono:

Come possono essere interpretati?
I valori di riferimento considerano la mia età? Sono, per tanto, "buoni" valori per un 26 enne? Possono essere ricondotti alla causa dei miei disturbi?

Grazie

Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i valori del testosterone sono perfettamente nella norma e l'età giovanile garantisce maggiormente l'aspetto qualitativo del testosterone,piuttosto che quello quantitativo.I valori del T libero non sono significativi per un problema legato ai reagenti.
Considerando la concomitante disfunzione erettile,prima di ricorrere ad una terapia,completerei la diagnosi,con una visita andrologica ed,eventualmente,un approfondimendo della componente vascolare mediante l'esecuzione di un ecodoppler penieno.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lasci stare quel testosterone che è normale, che se poi è ai limiti inferiori della norma può essere solo siuntromo di ansia, dieta poco equilibrata, sedentarismo. Come diceva il collega la causa del deficit erettivio va ben cercata altrove.
[#3] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Siete stati gentilissimi.
Terrò conto del vostro utile consiglio.
Grazie