Utente 219XXX
Salve, dopo aver sentito il parere di 3 oculisti e dopo l'ennesima visita ho ancora questo problema. Dopo una congiuntivite fatta ad agosto dell'anno scorso (credo che il mio occhio si sia indebolito molto a causa dell'uso del pc), non sono più riuscita a far riassorbire i capillari che si sono dilatati come a formare dei reticoli di venette. Dall'ultima visita è emerso che sono allergica alle polveri, e mi è stato prescritto il collirio antistaminico Naaxia da mettere 3 volte al giorno per lungo tempo. Ho fatto nei mesi scorsi una cura con ketoftil e zaniden pastiglie. Finchè facevo la cura l'occhio sembrava più sano e mi bruciava meno ma poi sono tornata al punto di prima. La dottoressa mi ha detto che dovrei mettere sempre antistaminici...mi ha poi prescritto il tetramil per sbiancare l'occhio quando ne ho bisogno, ma neanche quello mi fa andare via queste vene. Rimarrò così per sempre?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
sono assolutamente contrario a farmaci vaso - ocostrittori in collirio usati
per "sbiancare l'occhio"
(tetramil colirio da lei citato)

il RED EYE = l'occhio rosso e' sempre un sintomo che va ben indagato e curato.
A PADOVA e' molto bravo il dott DIEGO MICOCHERO
i cui riferimenti trova su questo SITO MEDICITALIA.
Peraltro la vasodilatazione oculare di cui e' vittima va inserita in un quadro generale.
Usa farmaci?
Usa la pillola?
usa lenti a contatto?
Fa le ore piccole?
Lavora molto al PC?
e' stanca p stressata?

" una rondine non fa primavera ed un solo sintomo non fa mai diagnosi..."
a presto e buona domenica
SUO DOC
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
Il tetramil l'ho usato solo 2 volte quindi spero non abbia già peggiorato la situazione, che mi sembra stabile. Alla prima visita che ho fatto l'anno scorso però mi era stato prescritto il collirio Red Off per circa 8-10 giorni 2 volte al giorno, che sembrava proprio funzionare, ma poi dopo alcuni giorni ho dovuto sospenderlo perchè la situazione era tornata uguale a prima e mi aveva anche rotto degli altri piccoli capillari (che a volte si vedono ancora adesso e a volte no).
Quando ho avuto la congiuntivite (fastidio alle palpebre e piccole perdite dagli occhi durante qualche notte) ero sotto stress per via di un esame universitario difficile che ho dovuto preparare al pc. Mi è venuta fuori una settimana dopo aver fatto quell'esame. Prendevo la pillola da diversi anni, ma da maggio di quest'anno ho smesso. Le lenti a contatto non le usavo all'epoca, poi in seguito ad una visita oculistica mi è stata diagnosticata una cheratite che ho poi curato perfettamente. Da li poi mi hanno detto che potevo mettere le lenti qualche volta, e solo quelle giornaliere per non più di 6-7 ore. Così ho fatto; infatti all'ultimo controllo la mia cornea risultava sana (anche se comunque è abbastanza fragile di suo). Quando le indosso sto molto meglio che senza! Le ore piccole non le faccio, anzi dormo molto! Il periodo che ho passato è stato abbastanza stressante per via della laurea (mi sono laureata il 18 luglio scorso). Infatti ogni mese in corrispondenza del ciclo mi si ripresentava la congiuntivite. Da quando però ho fatto la cura con il ketoftil a maggio e giugno, mi è passata quasi del tutto (ho avuto una piccola ricaduta ad agosto con il grande caldo, anche per questo ho deciso di tornare dall'oculista).
Stare al pc mi costa fatica, infatti cerco di farlo il meno possibile, solo che per scrivere la tesi ero costretta ad usarlo...ci stavo per circa 2-3 ore al giorno.
Credo proprio che contatterò il dottore da lei indicato! Nel frattempo secondo lei posso continuare la cura con gli antistaminici?
La ringrazio per la sua disponibilità