Utente 226XXX
buonasera,
ho 31 anni, sono alto 1,77 peso 87 kg
non bevo e non fumo ,
oramai sono 5 anni che ho problemi di colesterolo cui i valori sono sempre sui valori dell ultimo controllo che sono i seguenti
totale 297
ldl 217
hdl 51
gli altri valori sono regolari.
ho provato la simvastatina per 2 mesi ed e un po calato ma visti i disturbi che mi dava ho sospeso
faccio il rappresentante, difficile quindi fare attivita fisica.
l alimentazione:
difficilmente mangio fritto, forse un po troppo formaggio circa 30 grammi al giorno, pochissime carni rosse
e molto alto?
ce un altro rimedio farmacologico o meglio naturale?

grazie buonasera

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renato Casana
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Caro Utente, l’utilizzo di numerose classi di farmaci, tra cui le statine, i fibrati e le resine a scambio ionico, ha permesso di ridurre notevolmente incidenza e mortalità delle malattie cardiovascolari, che sono la prima causa di morte oltre che invalidità nei paesi industrializzati. Nonostante il successo dell’impiego clinico di questi farmaci, rimane una percentuale non trascurabile di pazienti che non ottengono un beneficio evidente o che presentano importanti effetti collaterali. Oltre alle statine, anche i fibrati sono molto efficaci nel normalizzare i livelli dei lipidi plasmatici (principalmente C-HDL e TG) e possono migliorare anche la resistenza all’insulina. L’uso concomitante di statine e fibrati (o di altri farmaci come ezetimibe) potrebbe quindi essere di grande interesse nei pazienti in cui i livelli di LDL-C non sono controllati dalla terapia con statine. Un altro approccio farmacologico disponibile sembra essere l’impiego della poliglucosamina (PG chiosano standardizzato). Farmaco di medicina biologica capace di ridurre l’assorbimento dei grassi intestinali senza possedere tutte le controindicazioni ed effetti collaterali delle statine. Tenuto conto dei suoi dati anagrafici e di laboratorio (esami eseguiti), Le consiglio di sottoporsi ad una attenta valutazione dietetico-metabolica (Dietista specializzata in scienza dell’alimentazione) ed intraprendere un dietoterapia mirata associata ad attività fisica programmata (1° step). Il secondo step e assumere per via orale della poliglucosamina. Se dopo una rivalutazione dietologica non si è ottenuto alcun risultato gratificante, consiglierei di assumere la statina monitorizzando attentamente la funzionalità epatica (3°step). Per saperne di più può consultare web site: http://www.renatocasana.it/ Terapia farmacologica delle malattie cardiovascolari : statine, dislipidemia e sindrome metabolica. Cordiali saluti R. Casana www.arcamedica.net
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2006
ma quali sono gli effetti collaterali delle statine,
i disturbi che ho provato quando le assumevo erano:
1fastidi tipo muscolare sotto le ascelle che ne sento ogni tanto gli strascichi dopo 4 mesi
2 bruciori in zona anale e glutei quando sto molto a sedere, anche loro paiono muscolari
3 giramenti di testa e vertigine a sprazzi
possono essere in qualche modo collegate alla simvastatina, visto che i disturbi si sono attenuati notevolmente dopola sospensione della cura?
[#3] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2006
buonasera un ultima cosa,mio suocero assume per il mio solito problema del ard lipiban poliglucosamina, visto che per il mio medico esistono solo le statine, posso provare quella cura, dopo quanto tempo posso rifare le analisi per sapere se ce stato miglioramento?
[#4] dopo  
Dr. Renato Casana
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Caro Utente, come effetti collaterali delle Statine sono stati riportati mialgia (dolore muscolare), miosite e miopatia; se la creatinachinasi è molto aumentata (più di 5 volte i limiti di riferimento) o se i sintomi muscolari sono gravi, o si sospetta miopatia, il trattamento dovrebbe essere sospeso. La miosite reversibile è rara, ma rappresenta un effetto indesiderato grave delle statine (Avvertenze del Committee on Safety of Medicines e Effetti sulla muscolatura). Le statine possono causare anche mal di testa, alterazione dei test di funzionalità epatica (raramente epatite), parestesia ed effetti gastrointestinali quali dolore addominale, stitichezza, diarrea, nausea e vomito. Sono stati riportati raramente rash e reazioni da ipersensibilità (compresi angioedema e anafilassi). Quindi può assumere 2 compresse di poliglucosamina (farmaco da Lei citato) da 0,5 g ciascuna 30 minuti prima dei due pasti principali, da assumere con almeno mezzo bicchiere d’acqua. Consiglio di sottoporsi ad esami ematochimici con assetto lipidico tra 3 mesi. Per saperne di più può consultare il web site: http://www.renatocasana.it/ Terapia farmacologica delle malattie cardiovascolari : statine, dislipidemia e sindrome metabolica. Cordiali saluti R. Casana www.arcamedica.net