Utente 266XXX
Gent.Dott.,Vi chiedo cortesemente qualche informazione in merito ad un eventuale intervento per aneurisma aorta ascendente su aorta bicuspide.
Più in particolare vorrei sapere pro e contro fra scelta di protesi meccanica rispetto a quella biologica. Ho letto che la prima sarebbe definitiva mentre la seconda a durata limitata nel tempo e quindi da reintervento a distanza di 10-15 anni... Tuttavia sono molto confusa a proposito degli effetti collaterali della scelta meccanica, ovvero la dipendenza vita-natural-durante da farmaci anticoagulanti. Esattamente questo cosa comporterebbe? E la vita quotidiana quanto ne sarebbe "influenzata"?
E' vero che ciò comporterebbe - oltre a prelievi e controlli a cadenza settimanale prima e quindicinale poi - vivere una vita di "attenzioni" particolari a non tagliarsi, evitare anche semplici ematomi e cose simili? Se mi ferissi anche banalmente il corpo non cicatrizzerebbe correttamente?
Vi ringrazio per l'attenzione e la disponibilità di una Vs risposta.
Sono forse in lista per questo intervento in un futuro non ancora definito, ma se e quando avverrà vorrei avere qualche idea un pochino più chiara rispetto al caos mentale in cui mi trovo ora!
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Andiamo con ordine:
La protesi meccanica necessita di terapia anticoagulant e orale a vita, quella biologica o da cadavere necessitano terapia anticoagulante orale sono per pochi mesi, a meno che il paziente non abbia problemi di fibrillazione atriale, altrimenti deve seguire la tappa anticoagulante a vita egualmente.
La vita sotto anticoagulant e orale è perfettamente normale, c'è bisogno di un prelievo , a regime, ogni 15 giorni circa, tutto li.
Non creda che i rischi emorragici maggiori siano molto più rilevanti Dell apparente innocua aspirina.
Anche sulla durata delle protesi biologiche, e specie di quelle da cadavere, la durata di 10 anni è solo una leggenda metropolitana.
Si tranquillizzi pertanto
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dott Cecchini! Alla luce di ciò che mi ha scritto e considerata la mia età, se dovessi affrontare l'intervento Lei cosa consiglierebbe?
Cordiali saluti.