Utente 267XXX
Gentilissimi Dottori, vi ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte, vengo a descriverVi il mio problema, ho 35 anni, in verità compirò 35 anni ad ottobre, ho il seguente problema dall' età di 14-15 anni, ormai mi accompagna da una vita, ho frequenti dolori all'inguine destro ed al testicolo destro, quest' ultimo sembrerebbe anche gonfiarsi. Qualche anno fà sono stato visitato da un' andrologo, visita prostatica, normale col dito per intenderci, spermiocoltura e analisi del sangue e delle urine, gli esami del sangue e quelle delle urine diedero esito positivo ( o negativo ? insomma era tutto ok), mentre con la spermiocoltura venne fuori un infezione da Chlamydia trachomatis, (spero sia corretto il modo in cui l'ho trascritta) e mi prescrisse delle cure, la cosa sconcertante è stata che, all'epoca io ero come mamma mi ha fatto, cioè non avevo ancora avuto rapporti con nessuna donna, fatto stà che io feci comunque la cura, ma il problema mi si ripresentò dopo poco tempo, decisi di non tornare da quel dottore ma di recarmi da un' altro, che mi fece nuovamente la visita prostatica ma non mi fece rifare la spermiocoltura perchè, secondo lui, le apparecchiature utilizzate da quel laboratorio non erano conformi agli standard e quindi spesso davano valori non reali, ma decise di farmi un ecografia al testicolo ed all' inguine, con esito positivo ( o negativo ? insomma era tutto ok), e mi disse di voler fare un ecografia quando avevo il dolore ed il gonfiore, sempre che gonfiore sia, io non sono mai più tornato, ho continuato a tenermi il fastidioso dolore che compare se non ho rapporti con mia moglie per 5 o 6 giorni e scompare dopo 3 o 4 rapporti, a volte il dolore è insopportabile tanto da avere difficoltà a camminare e a volte ho anche bruciore sotto i testicoli internamente, adesso a tutto questo si aggiunge che non riusciamo a concepire un figlio.
Ditemi cosa fare, ormai sono disperato!
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
difficile stabilire di cosa di tratta senza apposita visita e/o ecografia eseguita in presenza del dolore.
E' necessario quindi fare una diagnosi differenziale (capirne l'origine).

Se le può essere utile può leggere il mio articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html.

Le infezioni da clamidia a volte possono determinare una alterazione della fertilità ma è bene appurarlo con apposito spermiogramma e spermiocoltura.
[#2] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore, la ringrazio per la celere e gentile risposta.
Quindi Lei mi consiglia di ritornare dal Dottore che mi fece l'ecografia e di fare uno spermiogramma e spermiocoltura?

Ma se la presenza di clamidia fosse stato veramente un errore del laboratorio, questo problema del dolore potrebbe in qualche modo essere la causa del fatto che non riesco a concepire un figlio?
Grazie
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora è bene sentire in diretta un bravo andrologo, con chiare competenze in patologia della riproduzione umana; con lui approfondire ,con le valutazioni diagnostiche mirate, la comprensione della sua reale situazione clinica e poi, capita per bene la causa, impostare, sempre con lui, una terapia precisa e corretta.

Ancora cordiali saluti.