Utente 171XXX
buongiorno, ho 31 anni peso 79kg faccio palestra (pesistica) costantemente da molti anni ho subito da 4 mesi un intervento (lca in artroscopia).
Da inizio anno ho avuto 2 episodi: forte bruciore agli occhi, conseguente senso di leggera nausea, sensazione vertiginosa. Gli episodi sono stati a distnaza nel tempo ogni 40 gg circa dopo ho fatto l'intervento su scritto ed ho lasciato perdere.
Ho effettuato esami audiologici (tutto ok), lastre cervicali (leggera rettil. della fisiologica lordosi) da quando ho cambiato cuscino si è risolta al 90/95%, l'otorino esclude labirintite ed ora sto per effettuare un indagine anche oculistica (sono astigmatico e miope).
Prima dell'operazione l'ECG segnava a limiti della norma.
Mi rivolgo al cardiologo perchè ultimamente la pressione al mattino ( ore 9 circa) è 117 su 52 con 70 battiti, quindi la bassa è bassa. Potrebbe essere associata ai sintomi da me descritti?
Considerando che molto spesso e da tanto tempo quando sto seduto anche per poco la circolazione sanguigna non è ottimale e mi si addormentano sistematicamente o una o entrambe le gambe.
Grazie, in attesa di risposta cordialmente saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi proprio di no. I valori pressori della diastolica non sono significativi e i disturbi lamentati agli occhi non sono correlabili con problemi cardiaci. Si tranquillizzi.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio per la rapidissima risposta.
I sintomi alle gambe quindi posso considerarli nella norma così come l'ECG al limite della norma?
Grazie ancora Dott.Rillo
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I sintomi alle gambe che lei descrive possono essere dovuti a compressione dei vasi degli arti inferiori con parestesie secondarie alla difficoltà circolatoria che si determina. Non è segno necessariamente di patologia vascolare, ma di scorretta postura.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Ancora grazie, ora posso tranquillizzarmi ed escludere l'aspetto cardiaco per capire a cosa sono dovuti i malori.
Grazie buona giornata!