Utente 198XXX
salve dottori
sono un'uomo di 37 anni sposato e con due figli da circa un'anno avverto calo desiderio deficit erettivo con scarsa sensibilita'.mi capita che se lo tocco nonostante non provo piacere ho un'erezione e riesco anche ad avere un rapporto sessuale.ma se mi fermo perdo erezione.faccio presente una casualita' o realta.io soffro di ansia e depressione,il psichiatra mi ha prescritto dei farmaci dopo che ho assunto due farmaci la lmattina alprazig e la sera citalopram.mi e' accaduto cio, ho iniziato ad avvertire deficit erettivo,che man mano e' aumentato.e' da circa un'anno che non uso piu' questi farmaci.sono stato da un'andrologo il quale mi prescritto i seguenti esami.ormonali.

.emoglobina glicosilata 4,8%-
ormone follicolostimolante 5,9mU/ml-
testosterone 3,83ng/ml-
testosterone libero 10.1 pg/ml-
ormone lutelizzante 3,4mU/ml-
prolattina 14,4 ng/ml-
deidroepiandrosterone solf 124.9 mcg/dl

ed infine ho eseguito il doppler penieno.il referto e' il seguente
per iniziare ha capire le possibili cause ho eseguito il doppler penieno ed in referto e' il seguente
esame ecografico in condizioni basali i corpi cavernosi appaiono simmetrici,di normali dimensioni e forma iniezione di 10mcg di pge1
la erezione consueguente appare di buona tumescenza e scarsa rigidita' ed indicata dal paziente come simile a quella abitualmente ottenuta in forma spontanea.
Non presenza,a tale quadro di risposta erettile,di recurvatum penieno degno di nota.i massimi valori di picco sistolico (psv)registrati sulle arterie cavernose a livello della crure peniene,sono risultati corrispondenti a:PSV dx >40cm/s PSV sx >45cm/s.

i valori di velocita teledistolica si sono mantenuti intorno a 10cm/s per tutta la durata dell'esame fase III e IV non ottenute azzeramento ed inversione della Vtd.
indice di resistenza aumentato.
le arterie cavernose,studiate con l'ausilio della petodica power dopler,appaiono bilateralmente di calibro ai limiti della norma(1,6mm)
regolari nel loro decorso e con buona visualizzazione delle ramificazioni elicine di II e III ordine.
conclusione pervieta e portata delle a.cavernose,bilateralmente nella norma deficit del meccanismo veno occlusivo conservato


se potete cortesemente indicarmi se i valori ormonali sono da ritenersi buoni.e se il referto del doppler penieno assenza erezione puo' essere sfalsato da un calo desiderio.considerando che non ho avuto mai problemi cosa posso fare sono disposto anche ha spostarmi per risolvere il problema.grazie .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
i laboratori analisi possono utilizzare delle unità di misura differenti e quindi si verificano sempre le unità di misura ed i range di riferimento prima di esprimersi sulla loro normalità.
Il doppler penieno serve prevalentemente a verificare lo stato dei suoi vasi sanguigni e non è influenzato dal calo di deisderio.

Cerchi un esperto andrologo vicino al suo luogo di residenza e vedrà che la aiuterà ad avviare lei e la sua partner alla risoluzione del problema.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html.

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
GRAZIE DELLE RISPOSTE.VOLEVO PORVI ALCUNI DUBBI.SICCOME IO NON HO AVUTO MAI PROBLEMI E COME DICEVO PRECEDENTEMENTE.IP CITALOPRAM 20MG ANCHE SE L'HO SOSPESO MI HA POTUTO PORTARE QUESTI PROBLEMI DI SCARSO DESIDERIO E PROBLEMI COME SI EVINCE DALL ECODOPPLER PENIENO. DI ARTERIE NON ELASTICHE.GRAZIE.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il farmaco, da lei indicato, appartiene alla famiglia degli antidepressivi ed è un inibitore selettivo della ricaptazione della Serotonina.

In questo senso è una delle molecole più recenti messe sul mercato e, a detta di numerosi studi, quella che presenta meno effetti collaterali e quindi viene largamente impiegato, data la sua elevata tollerabilità, in alcune sindromi depressive e nei disturbo da attacchi di panico.

in alcuni casi può causare un rallentamento del desiderio sessuale ma sospesa la sua somministrazione tutto torna come prima.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi temi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
SALVE DOTTORI E GRAZIE DELLE RISPOSTE CHE DATE.
COME PRECEDENTEMENTE INDICATO CHE DA CIRCA UN'ANNO CHE NON AVEVO EREZIONI SODDISFACENTI.E' DA CIRCA UN MESE CHE MI CAPITA DI AVERE VOGLIA DI FARE SESSO E DI AVERE UN'EREZIONE FINO AL TOTALE RAPPORTO.L'UNICA COSA CHE NON RIESCO AD AVERE UN EIACULAZIONE PIENA E POCHISSIMO E DOPO CHE EIACULO AVVERTO UN FASTIDIO SOTTO I TESTICOLI.NAURALMENTE SE SMETTO DI PENSARE A COSA STO FACENDO IL PENE PERDE EREZIONE,.CIO CHE MI CHIEDEVO SE NEL DOPPLER LO SPECIALISTA ECOGRAFO MI DISSE CHE AVEVO LE PARETI CAVERNOSE RIGIDE E CHE NON FACEVA FLUIRE BENE IL SANGUE ALL'INTERNO E RITORNAVA INDIETRO.E ASSENZA EREZIONE.COME SOPRA REFERTO.VOI COSA MI SUGGERISCE DI RIPETERE IL DOPPLER PENIENO E COS'ALTRO PER VERIFICARE IL FUNZIONAMENTO DEI VASI O COS'ALTRO.GRAZIE
[#6] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
lo studio doppler può mettere in evidenza delle alterazioni dei vasi penieni che però spesso non sono la sola causa di DE, quindi agisce solo come fattore predisponente. Esso può essere ripetuto solo se la sintomatologia peggiora e se lo specialista lo ritiene opportuno.