Utente 534XXX
Buongiorno,
alcuni anni fa mi è stato riscontrato un granuloma all'ultimo molare superiore sx (prima del dente del giudizio) dovuto evidentemente a una "rischiosa" devitalizzazione con otturazione su dente parzialmente spezzato effettuata nell'anno 2001. Il dentista ha detto che potevo rinviare l'intervento sul granuloma finché non mi avesse dato fastidio.
Alcuni mesi fa il dente si è spezzato ancora (è rimasto integro circa 1/4 del dente). Da allora, come in tutti questi anni, non ho avuto particolari problemi a parte dolori saltuari che passano con antidolorifici da banco. Ho rinviato la visita perché ero all'inizio della gravidanza, ora sono a metà del quinto mese e vorrei chiedervi se questo granuloma può essere peggiorato, se non curarlo (o al contrario provare a curarlo) può causare complicazioni, se ci possono essere rischi ad esempio durante il parto. Ho chiesto al mio ginecologo ma è stato piuttosto vago. Ho molta paura anche perché questo dente ha una forma strana, ha una "quinta punta" rimasta integra direttamente conficcata nella gengiva esterna (mi scuso per i termini poco tecnici) che temo potrebbe rendere complessa l'estrazione.
Grazie mille, saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
se non si verificano episodi di infezione acuta un granuloma può restare silente per decine di anni; ciò non toglie che si accresca nel tempo o che non si debba curare; nel suo caso credo che il dente interessato non sia recuperabile quindi ci sia l'indicazione all'estrazione che risolverebbe tutti i problemi; non è una cosa impegnativa e non è controindicata dallo stato di gravidanza al 5° mese; decida col suo dentista la startegia da seguire. saluti
[#2] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
un granulona dentario corrisponde ad infezione cronica localizzata: considerando che il dente è fratturato e mancante di maggior parte della corona, probabilemte sarà destinato all'estrazione, a meno che non si possa recuperare con un perno moncone.
Che costituisca in queste condizioni un 'pericolo' per la gravidanza in corso è pocoprobabile, può costituire invece un problemase dovesse nel frattempo svilupparsi un ascesso, in tal caso sarà necessaria la terapia antibiotica e l'estrazione.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Francini
24% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
se per peggioramento del granuloma intendiamo che si ingrandisce, ben difficilmente ciò avviene in pochi mesi.
Nè tantomeno la sua presenza può costituire pericolo al momento del parto.
E' pur vero comunque che è ormai assodato che ci si possa sottoporre ad anestesia locale anche durante la gravidanza senza correre particolari rischi.A maggior ragione poi se parliamo del secondo trimestre.
Perciò direi che in questo caso la scelta è di "opportunità" più che di necessità, ed è bene che la prenda insieme al collega che l'ha in cura.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' decisamente più pericolosa la presenza costante dell'infezione (granuloma) dell'anestetico in gravidanza.

Quindi: PROCEDA alla cura o all'estrazione se il dente non è più curabile, cosa che nessuno può sapere on-line..

Possibilmente da un altro dentista.
La presenza di un granuloma indica INFEZIONE.
Non può essere dato il consiglio di "lasciarlo così finché non fa male".

Si accerti che il nuovo dentista (meglio se particolarmente esperto in ritrattamenti canalari: endodonzista, in termine tecnico) lavori SEMPRE, per dare devitalizzazioni e otturazioni, con la diga di gomma.

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/546/Scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/255/La-diga-di-gomma
[#5] dopo  
Utente 534XXX

Iscritto dal 2008
Gentili medici,

grazie per le vostre risposte esaurienti e celeri.
Cordiali saluti