Utente 709XXX
Vorrei gentilmente una o piu' opinioni di medici...ma anche di persone che sono passate in situazioni simili a questa. A Mia zia, 70 anni, piuttosto corpulenta ma non obesa, sempre sana e.tutt'oggi di ottimo umore, hanno diagnosticato, dopo averlo scambiato per due mesi per un grosso calcolo, un tumore alla cistifellea e l'hanno definito inoperabile. Ora la dimettono e...tanti saluti. Premetto che sto parlando dell'ospedale piccolo e provinciale di Como. Noi ora vorremmo provare altre vie, anche prvhe' lei sta bene, non ha perso un grammo, non ha sintomi e crede di aver tolto un calcolino e di tornare a casa sana piu' di prima. Ora vi chiedo col cuore in mano, dove la porto? A Milano ma anche ovunque...di chi chiedo? Privatamente, mi riceveranno subito? Noi siamo d'accordo di intervenire in ogni caso....so che se non lo faremo, da oggi, saranno al massimo 6 mesi di sofferenze... noi siamo tutti d'accordo di rischiare e piuttosto di perderla subito, ma di provare a fare qualcosa...vi prego aiutateci e ditemi in che ospedale portarla e di quale Medico chiedere. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

credo che un secondo parere può essere ottenuto ed a Milano non avrà problemi di trovare un Centro per tale problematica. Riuscirebbe, comunque, a trascriverci la lettera di dimissione o qualche accertamento indicativo (TAC per esempio) ? In tal modo potremmo già darle qualche utile indicazione.

Cordialmente