Utente 267XXX
Buongiorno dottori, chiedo un consulto online in quanto ormai non riesco piú a trovare delle risposte al mio problema,a mio parere sottovalutato da alcuni medici. Da diversi mesi nella vita quotidiana,a lavoro e a casa,percepisco battiti accelerati e dispnea dopo i minimi sforzi,talvolta capogiri. Sforzi quali possono essere portare un pacco di pochi kg (faccio il magazziniere) o fare una semplice rampa di scale,il tutto a volte accompagnato da dolori retrosternali e sudorazione eccessiva,fredda,e in particolare alla testa,capisco il periodo estivo ma non ho mai sudato cosi tanto in vita mia. I dolori al petto li sottovaluto,ma spesso si presentano durante gli sforzi,passano in pochi minuti aumentando di intensità con respiri profondi. La mia autodiagnosi è stata confermata in quanto lavoro con dei dottori farmacisti e con un pulsossimetro disponibile in magazzino abbiam rilevato che in situazione di riposo i miei battiti vanno sui 90/100 al minuto con una saturazione che oscilla tra i 92 e 95% non ottimale secondo i dottori con cui lavoro ,sono un fumatore occasionale potrebbe incidere? Non bevo più caffe da un anno e assumo quantità di alcol moderato ai pasti.Dopo pochi passi i miei battiti salgono fino a 150 per poi tornare sui 90 dopo 5 minuti a riposo e voglio precisare passi,non scatti brucianti. Spesso mi sento confuso e questa situazione mi crea ansia e disagio non ritengo sia normale sentirmi spesso affaticato,i muscoli deboli,non riesco talvolta neanche a fare una passeggiata.Vi illustro un episodio: il giorno di ferragosto durante una passeggiata in totale relax sento le mie gambe cedere,testa confusa e battiti a mille,entro in una parafarmacia sul posto e su consiglio di uno zio chiediamo di misurare la pressione arteriosa,risultato 170/110,allarmati ci rechiamo al pronto soccorso dopo ore di attesa e un altra misurazione mi vien detto che è tutto a posto e che ero solo agitato. Rinviato al medico curante. Il mio medico misura la pressione dopo 24h e dice che è tutto ok ma mi invita a comprare un apparecchio elettronico e di tanto in tanto controllarla. Mi prescrive un Ecg dinamico da sforzo con holter che effettueró il 19 settembre presso la Asl. Oggi come tante altre volte appena rientrato dal mare dove ho avvertito il solito affaticamento senza aver fatto nulla misuro la pressione e il risultato è stato 150/85 con battiti a 122 tanto che l'apparecchio segnala con una spia un irregolarità del battito,a questo punto cosa devo pensare? perchè tutti gli apparecchi che hanno misurato un mio valore danno risultati pazzi tranne quando vengo misurato dal mio medico o da un medico della Asl.La mia risposta sarebbe "Ovvio non ho mai un medico che mi sta appresso quando il problema si presenta" ,ci mancherebbe che fosse cosi,ma spero che dai prossimi controlli facciano lumi su quello che mi succede. Non voglio per forza pensare che io abbia un problema cardiaco,ma inizio ad avere un pó di apprensione,sto proprio giù.

Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
sara' importante verificare i risultati della prova da sforzo e dell'holter cardiaco che lei ha gia' programmato.
E' altresi' importante eseguire un ecocolordoppler cardiaco per valutare la funzione ventricolare e gli apparati valvolari
Smetta di fumare: in questo modo riuscira' a ridurre il rischio di infarto e di ictus, oltre che di cancro
Cordialmente
cecchini
[#2] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottor Cecchini non appena mi daranno i risultati della prova da sforzo glieli comunico tempestivamente in quanto tengo al parere di un altro specialista. Anche oggi giornata al mare pochi passi e sono a terra pressione sanguigna 155/95 e battito a 120 a riposo....se l'ansia può giustificare tutto ciò mi farei una ragione. Ma sono in ferie bello tranquillo con la mia compagna e senza lo stress del lavoro. Non so più che pensare dottore

Saluti
[#3] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dott.Cecchini dopo tanto tempo rieccomi, il risultato dell'holter eseguito lo scorso settembre non ha evidenziato particolari problemi se non un picco di 168 bpm ritenuto dal mio medico curante un po' eccessivo, anche se in quel frangente feci 6 piani di scale con la spesa per un guasto all'ascensore. La pressione sanguigna si è stabilizzata,ma da qualche settimana a questa parte nuovamente tachicardia,fino a 130 battiti dopo i pasti,il tutto reso peggio dal mio naso che da oltre un mese è tappato. Sono talmente fastidiosi da tagliarmi il respiro....il mio curante dice che si tratta probabilmente di ansia e panico dal momento che l'holter non ha evidenziato nessuna irregolarità,tanto da prescrivermi dello xanax gocce al bisogno. Mi dispiace ,io non sono un medico ma tale diagnosi mi sembra sia stata fatta con troppa leggerezza. Posso affermare che da diversi mesi sto affrontando un periodo di forte stress emotivo dovuto a lavoro e impegni personali,ma non riesco a giustificare il cardiopalmo nei momenti di relax,a volte perfino di notte mi è capitato di svegliarmi col cuore a mille.
Vorrei avere un suo parere dott. Cecchini,può l'ansia o un disturbo di panico creare tutto ciò?, tale da rendermi ogni giorno sempre più stanco affaticato e con questo battito accelerato?, se si,quali soluzioni migliori puó consigliarmi per ridurre la frequenza cardiaca?

Distinti saluti e grazie
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L hollter registra i circa 120.000 battiti che il suo cuore compie nelle 24 ore.e da quanto lei riferisce l esame è risultato fortunatamente negativo.
La cosa più probabile è che lei abbia una elevata componente ansiosa esacerbata anche dalla nicotina.
Smetta di fumare ed eventualmente riprogrammi un Holter .
Arrivederci
Cecchini