Utente 150XXX
Gentili Dottori

Ho 26 anni e godo di buona salute
Mi capita spesso che alcuni periodi di avere alcuni battiti fastidiosi appena faccio un movimento (non sono extrasistoli, quelle so distinguerle e le ho sempre avute).
Quando sono in fase “acuta” mi vengono anche di notte: sto dormendo e semplicemente cambiando lato del letto, vengo svegliato da questi battiti: non è una tachicardia perché i battiti sono lenti ma sono, non so come spiegare, potenti, come se il cuore stesse usando il doppio/triplo della forza per pompare sangue. Tant’è che mi sento proprio il cuore che mi pulsa in tutto il corpo e se mi guardo allo specchio si vede ad occhio nudo a livello della carotide la pelle che va su e giù a ritmo del battito.
Il sintomo in media dura meno di 30 secondi. Mi capita poi durante la giornata mentre mi alzo e mi siedo, quando mi metto a letto e viceversa, a volte mi gira pure la testa, ma poi passa sempre.

Questi battiti forti cosa significano? un aumento momentaneo della pressione?

Siccome questi sintomi sono comparsi da un’anno a questa parte (vado a periodi di 2-3 giorni ogni 2-3 settimane), potrei ipotizzare siano collegati a 2 eventi recenti:
- Il fatto che dopo molti anni abbia interrotto l’attività sportiva (magari il cuore non è più allenato come prima)
- Il fatto che ho uno stomaco molto delicato (pancia gonfia e reduce da una gastrite di 5 mesi) e piccola ernia iatale che spesso mi da fastidio
E poi ci sarebbe magari anche un pò d'ansia: siccome sono un po’ ipocondriaco, quello che mi fa paura è di ritrovarmi da solo e magari svenire o di avere che ne so un piccolo infarto, anche se è una cosa improbabile. Tuttavia credo che, in questo caso, non sia l'ansia che scateni il fenomeno.
Ho fatto molte visite in passato facendo sport e negli elettrocardiogrammi ed ecografie non è mai risultato nulla di anomalo.

Potrebbero essere collegati a problemi di stomaco o fine attivita?

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Si tratta di estrasistoli in sequenza probabilmente, faccia un holter delle 24 ore per studiare meglio il,fenomeno
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per l'attenzione e la risposta
Quando mi vengono le extrasistoli però sono diverse, sono un "fastidio" diverso, mi sento proprio un colpo che viene meno/in ritardo, un decimo di secondo di mancamento, e quei 2-3 battiti che seguono di "assestamento".
Mentre in questo caso i battiti sembrano molto regolari e "puliti", solo che molto molto forti
Se fosse come dice lei, non sapevo che le extrasistoli potevano manifestarsi anche così.
[#3] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,

Ho fatto una visita dal cardiologo (è stata la prima volta) che mi ha sottoposto ad un ECG e un'ecografia e mi ha detto che è tutto apposto
Naturalmente durante i 30 secondi dell ECG non mi sono venute le extrasistoli descritte sopra, però almeno questa visita mi ha rassicurato

Oltretutto nel periodo successivo alla richiesta sopra ho avuto 2 giorni di forte gastrite e colite, quindi questo mi continua a dimostrare che le "aritmie" che ho, sono sempre collegate a problemi digestivi