Utente 254XXX
Buongiorno, io scrivo per avere delle delucidazioni riguardanti le linfoadenopatie nel virus dell hiv.
Capita spesso di leggere nei varii siti che spesso l'hiv non da sintomi,che l'hiv da sintomi aspecifici simil sindrome influenzale,che può non alterare gli esami del sangue tipo emocromo...che da linfoadenopatia generalizzata.Insomma di tutto di più, ed è chiaro che tutti gli scenari sopra elencati sono possibili difatti l'unica maniera per capire è fare il test.
Però ciò che voglio chiedere è questo, ponianmo il caso di un paziente affetto da hiv con linfoadenopatie, queste ultime quando si presentano? nella fase iniziale di malattia?o a malattia già relativamente avanzata?
in più, quando vi sono linfoadenopatie gli esami del sangue sono alterati? quali sono le sedi più colpite da linfoadenopatia? mi piacerebbe avere una risposta per queste domande. Ringrazio anticipatamente per la risposta e porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
LA risposta caro utente, è molto semplice: la linfoadenopatia da sieroconversione HIV è generalizzata a tutte le principali stazioni linfonodali (pseudo mononucleosi); in quel periodo i test HIV di ultima generazione sono quasi sempre già positivi.

carissimi saluti