Utente 217XXX
Gentili Medici,

a 34 anni, se si è in buona salute e si pratica sport a livello intenso, ogni quanto tempo è necessario eseguire gli esami del sangue e delle urine ?

Il mio medico di base utilizza questo standard come controllo di routine :

emocromo completo, glucosio, trigliceridi, colesterolo totale/LDL/HDL, uricemia, creatininemia, AST/ALT, sodio, potassio, VES, esame urine completo

Sono da ritenersi sufficienti ? Quale sarebbe la frequenza ideale con cui sottoporvisi ?

Grazie,
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non esistono regole assolute,
è una valutazione che fa il singolo medico e che va calata sul singolo paziente,
per differente storia clinica o per dati anamnestici o per riscontri dati dall'esame obiettivo.

La mini-routine del suo medico può essere variamente ampliata, a ragion veduta.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta e riformulo la domanda : considerando che nel mio caso specifico gli esami precedenti sono sempre stati ottimi a detta del medico e che non soffro di nessuna patologia ne' particolare problematica, questa mini routine potrebbe considersi sufficiente ?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Le riformulo la risposta:

è una mini-routine che,
in modo essenziale, verifica la funzionalità epato-renale,
e come tale va interpretata;
ad esempio nulla vieta di dosare l'uricemia o la sideremia, anch'essi esami di base routinari.

Nè può ritenersi sufficiente per l'attività sportiva che prevede anche indagini specifiche di tipo cardio-respiratorio.

Cordialmente