Utente 260XXX
Buonasera,sono alcuni giorni che oltre a gonfiore Addominale provo specie al mattino dette fitte come bruciore sotto le costole ed al fianco sx,il mio medico oggi mi ha prescritto esami urine per sospetta cistite e visita chirurgica perche dopo vari accertamenti quali colonscopia -negativa,ecografia addominale-negativa esAmi sangue tutti regolari,gastroscopia- piccola ernia Jatale con esofagite grado A e gartrite cronica,da aprile seguo cura con lansoprazolo e dopo visita gartoenterologica ad agosto con diagnosi sindrome colon irritabile e cura con valpinax,al mio medico gli e venuto un sospetto di cedimento degli organi interni causa forte dimagrimento( a dicembre 2011 peso 93,50 ,Ad Agosto 2012 peso 74,50 kg) e che cio' mi provochi questi scompensi,volevo chiedderle secondo lei e' necessaria questa visita chirurgica visto anche l'esito dell'ecografia che non riscontra nulla?
Grazie e cordiali saluti.(Ho gia' chiesto consulto tempo indietro al gastoenterologo ma ora che il medico mi parla di chirurgo volevo capirne un po' la differenza.)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il problema che lei descrive, potrebbe essere ancora di pertinenza gastroenterologica, ma dobbiamo aggiungere che il medico curante in relazione alla visita effettuata decide la competenza più appropriata per ogni disturbo. La differenza tra il chirurgo ed il gastroenterologo è ovviamente sulle competenze prevalentemente terapeutiche, che per il chirurgo sono più strettamente interventistiche operatorie, mentre per il gastroenterologo più internistiche, farmacologiche, conservative. Quindi per essere più chiaro, grossolanamente posso dirle: che il chirurgo si occupa di problematiche che spesso devono essere risolte con un intervento chirurgico, mentre il gastroenterologo agisce prevalentemente su patologie la cui risoluzione può essere ottenuta con terapia medica.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore per la celere risposta,Se non ho capito male quindi mi consiglia di seguire l'indicazione del mio medico riguardo la visita chirurgica,quindi attendere gli esit e far valutare e trarre la diagnosi al mio medico che mi indichera' la soluzione più' opportuna,comunque anchE secondo lei questi miei sintomi sono quasi da imputare prevalentemente alla sindrome del colon irritabile?.
Le porgo cordiali saluti e la ringrazio per il tempo dedicatomi.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, è possibile che i suoi disturbi siano riconducibili ad una sindrome da colon irritabile, quindi se lo specialista confermerà la diagnosi, si affidi ai consigli del curante.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,la ringrazio per avermi risposto seguiro' il suo consiglio ed anzi oggi ho ricevuto anche l'esito delle urine con esito: sviluppo di Proteus mirabilis e come conta batteriologica 10000 ml. Potere antibiotico residuo negativo per il resto tutto bene,puo' anche questo esito influenzare i miei sintomi? La ringrazio e le porgo cordiali Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, ritengo che il suo medico per aver richiesto tali accertamenti, avrà avuto dei fondati motivi ancor di più alla luce dei risultati, quindi non escludendo il colon irritabile che partecipa sicuramente alla sua sintomatologia, mostri le analisi al suo curante, per una più appropriata e completa terapia.
Saluti.
[#6] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille.Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla e auguri.