Utente 268XXX
Buonasera,a novembre 2011 decido di procedere con una IVG a seguito della diagnosi di feto terminale.Riporto qui di seguito referto ricevuto solo oggi a distanza di 10 mesi .Feto idropico con displasia renale bilaterale,polmoni in stadio di maturazione coerente con l'età gestazionale che presentano grossolane calcificazioni distrofiche del parenchima,focolai di eritropoesi epatica.Restanti organi privi di alterazioni.Placenta 2° trimestre della gestazione con stravasi emorragici nella decidua basale e retroplacentari,focali stravasi emorragici intravillari,difetto di impianto con focale persistenza di tessuto muscolare liscio nella parete delle arteriole del piatto basale.Alterazioni ischemiche dei villi presenza di focali emazio nucleate nei vasi stromali villari.Membrane e funicolo nei limiti.Cariotipo fetale 46,XY

Successivamente resto nuovamente incinta ma la gravidanza si interrompe alla 12 settimana con un aborto spontaneo completo.

Chiedo gentilmente chiarimenti in merito se possibile,eventuali cause,correlazione fra i due casi,ecc

Una precisazione ho una figlia di 4 anni,sana,nata alla 36 settimana dopo rottura del sacco.

Ringrazio per il servizio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

da qui poco le possiamo dire se non che gli aborti spontanei in natura non sono infrequenti ed il fatto stesso che lei ha già una bimba di quattro anni ci direbbe che per il futuro è possibile che un'altra gravidanza vada a termine senza problemi.

Ora monitorizzi per bene la sua situazione clinica con il suo ginecologo ed eventualmente poi io, come andrologo, consiglierei anche un controllo andrologico, specifico e mirato per il suo compagno.

Cordiali saluti.