Utente 242XXX
Gentili Dottori,
sn un ragazzo di 25 anni, da dicembre 2011 soffro di dolori articolari, a febbraio mi risultò dalle analisi una positività agli ANA, Anti-TPO, e un tampone faringeo Positivo allo Streptococco beta emolitico del gruppo A
in questi mesi ho fatto molte altre analisi approfondite sugli altri autoanticorpi, rene cuore, che fortunatamente sono uscite negative, la positività è xò riconfermata negli autoanticorpi ANA 1:620 e per gli anti-TPO a 2329.
In base a questo il reumatologo mi ha diagnosticato una Connettivite indifferenziata e una Tiroidite di Haschimoto in eutiroidismo! Da agosto xò mi si sn gonfiati i linfonodi inguinali: le analisi x Citomegavirus e Toxoplasma sn Negative, mentre per Epstein Barr virus sn IgG 750 u/ml!

Poichè i miei problemi autoimmuni sn iniziati 2 mesi dopo una Tonsillectomia ( 8 anni di tonsilliti, l'anno prima della Tonsillectomia diversi episodi di tonsilliti da Streptococco beta emolitico A) e poco tempo dopo i primi problemi autoimmunitari (febbraio 2012) feci un altro tampone che risultò positivo sempre al solito Streptococco (nn avevo tonsille ed era tutto asintomatico, nè dolore in gola nè febbre)

Vorrei sapere; 1) se nel caso di una Artrite Reattiva si verifica la stesse reazioni autoimmunitarie che possiedo io, oppure dalle analsi risulta una sieronegatività?
Si può escludere che ho un artrite reattiva? la Ves è a 34 mm/h mentre il TAS è 250 (fino 200)! la mia paura è che mi sono rovinato per l'intervento!


2) La mia compagna soffre di recidiva di Candida ogni mese, può essere questa la causa del mio innesco di malattia autoimmune? io nn ho fastidio nè bruciore o prurito nei genitali, oppure la Candida può essere responsabile dei Linfonodi inguinali gonfi?

per favore rispondete
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
149046

Cancellato nel 2014
l'eventuale diagnosi di artrite reattiva viene posta dallo Specialista Reumatologo sulla base di precisi criteri diagnostici.
La causa delle patologie autommuni non è riconosciuta: ci sono diverse ipotesi patogenetiche. L'IPOTESI PIù ACCREDITATA è che le patologie autoimmuni sistemiche richiedano una predisposizione genetica sulla quale è necessario il sovrapporsi di fattori ambientali non ancora determinati (infezioni?, farmaci?, luce solare?, fattori ormonali?, altro?)
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
Gentili Dottori,
la diagnosi effettuata dal Reumatologo è connettivite indifferenziata con tiroidite autoimmune,
tutte le analisi in seguito effettuate rientrano nella norma, per la condizione di linfoadenopatia inguinale riscontrata in passato e con la aggiunta di due linfonodi ingrossati sovraclaveari l'ematologo mi ha consigliato di effettuare raggiX al torace ed ecografia addominale il cui referto indica condizioni normali!
Poichè dal 2 Aprile ho iniziato a percepire prurito generalizzato di modesta intensità nelle gambe, braccia, schiena, viso ma piuttosto fastidioso perchè sono pochi i momenti in cui mi lascia in pace, volevo chiedere:
il prurito é una condizione coerente nella connettivite?
oppure se può essere una manifestazione allergica a se stante?
A volte quando il prurito è intenso un pò mi preoccupo in quanto in famiglia mia madre morì tanti anni fa per un Linfoma, ma sono consapevole che esistono tante cause che possano giustificare tale prurito.
Saluti