Utente 257XXX
salve,
mio marito ha 52 anni per un dubbio sul risultato dell'elettrocardiogramma ha fatto un ecocuore con questi risultati. aorta: diametro della radice 36 mm non anomalie conservato movimento di apertura del box atrio sinistro dimena. norm. lad 39mm. mitrale non anomalie velocità norm. ventricolo sin. edd 56 mm edv 116mm ef 54% ivstd 10mm pwwtd 10mm probabile ipocinesia dei segmenti medio prossimale della parete inferiore. cavità cardiache destre nei limiti, polmonare velocità di flusso anterogrado nei limiti, tricuspide paps stimata nei limiti vci normodistesa e normocollassabile, periocardio non versamento Conclusioni possibile pregressa necrosi inferiore da controllare con scintigrafia perfusionale miocardica SPET con stress ergometrico con questo esito: l'esame dopo somministrazione del tracciante all'apice massimale mostra una perfusione miocardica sostanzialmente nella norma, fatta eccezione per un minimo difetto a carico dei sgomenti prossimali della parete inferiore che si mantiene, sostanzialmente immodificato, anche nello studio a rrposo. l'analisi delle immagini gated-SPECT mostra un ventricolo sinistro di normali dimensioni con cinetica parietale globale e regionale nella norma. conclusioni: non evidenza scintigrafia di ischemia miocardia indicibile dai carichi lavorativi raggiunti durante lo stress, in paziente con possibile necrosi dei segmenti prossimali della parete inferiore.
secondo voi deve fare terapie particolari?Con un colesterolo di ldl 195 ct/hdl 6,31 rischio cv 4,5% al 21/06 ed oggi dopo un mese di simvastatina 40 mg.: colesterolo tot.179 hdl 43 trigliceridi 85 ck-mb massa 5,30 al momento ne prende solo 20 mg. il giorno.
Grazie saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Credo che nel caso di suo marito, con tutti i limiti della valutazione a distanza e senza poter visionare la documentazione, l'indagine che potrà "tagliare la testa al toro" e stabilire non solo se realmente suo marito ha avuto o meno un infarto miocardico, ma anche se dovesse presentare anomalie a carico dell'albero coronarico in toto, è la coronarografia. L'indagine però deve essere prescritta da uno specialista e quindi le consiglio di far riferimento al suo cardiologo di fiducia...
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dall'esito degli esami che lei riporta parrebbe che il paziente abbia presentato un ciircoscritto infarto della aprete inferiore. La etarpai con le statine e' raccomandabile, cosi' come quella con piccole dosi di Aspirina.
Deve controllare attentamente i valori pressori e stare lontano dal fumo. camminare almeno un'ora al giorno
Cordialita'
cecchini
[#3] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio cordialmente e saluto.